27 ottobre 2017

Robbie Williams: «Sono stato 5 settimane in terapia intensiva»

print-icon
Robbie Williams

In un video pubblicato sul suo canale Youtube, Robbie Williams aggiorna i fan sulle sue condizioni di salute, che avevano destato molta preoccupazione. Il cantante ha confessato di aver interrotto il tour per serie condizioni di salute, per cui è stato 5 settimane in terapia intensiva.

«Ora sto bene. Dopo essere stato ricoverato nelle ultime cinque settimane, ora posso dire di stare finalmente bene». Sono queste le parole che volevano sentire i fan di Robbie Williams, che aveva interrotto il tour in Russia per problemi di salute. Ora, il cantante spiega i motivi di questo stop, e non sono certo quelli che si pensavano.

Ben cinque settimane di terapia intensiva

Ci erano rimasti molto male i fan russi, che avrebbero dovuto assistere ai concerti dell’ex Take That il 7 e il 10 settembre, ma Robbie dà la sua spiegazione, confessando di essersi dovuto ricoverare per ben cinque settimane, e non per un’ernia al disco. In un video pubblicato sul suo sito ufficiale e sul suo canale Youtube, il cantante dichiara: «Sfortunatamente la malattia mi ha colpito proprio alla fine del tour, che stava andando molto bene. Il pubblico era incredibile, io ero okay, la band era pazzesca. Mi sentivo un soldato e dovevo finire quel tour, dovevo andare a Mosca e a San Pietroburgo. Ma poi sono arrivati i risultati delle analisi. Ed erano davvero preoccupanti. Così sono finito in terapia intensiva. Era dal 1998 che non interrompevo un tour per motivi di salute». E sembrano essere motivi di salute molto seri, se il cantante dice di essere stato ricoverato in terapia intensiva. Robbie Williams non ha mai fatto mistero di aver avuto, in passato, problemi con l’alcol, le droghe e con depressione e attacchi di panico, ma stavolta si tratta di problemi di salute ben diversi, anche perché poi aggiunge: «La cosa più difficile che devo affrontare è il dolore alla schiena, è decisamente stressante». Quale sarà la malattia che l’ha colpito? Continua Robbie: «Non sempre relazionarsi con milioni di persone ogni giorno è facile. La fama e il successo finiscono per diventare i peggiori nemici per la propria salute. Alle volte ho pensato che il mio lavoro mi avrebbe ucciso».

La rassicurazione e i ringraziamenti ai fan

Dalle parole di Robbie Williams, sembra che il peggio sia passato, a parte il mal di schiena di cui si lamenta. Il cantante dice di essere tornato a condurre una vita sana: « Mi sto prendendo cura di me, perché non vedo l’ora di tornare al lavoro. Sono vegano, faccio pilates e yoga tutti i giorni, ma mangio ancora un big burger la domenica». E non dimentica, naturalmente, di ringraziare i fan, che non gli hanno fatto mai mancare il proprio affetto: «Ringrazio tutti voi per la vostra positività, per gli auguri di pronta guarigione e per le vostre preghiere». Robbie Williams aveva annullato le date di Mosca e San Pietroburgo del tour promozionale del suo ultimo album Heavy Entertainment Show e questo stop aveva destato molta preoccupazione tra i suoi fan. Nel concludere il video, Robbie tranquillizza tutti con un messaggio positivo: «Non vedo l’ora di tornare a lavorare. Non sto ancora bene al cento per cento ma sono quasi pronto a tornare, più in forma di prima. Peace&Love a tutti!» Insomma, l’ex Take That sembra intenzionato a riprendere in mano la propria vita e a tornare sul palco.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky