Caricamento in corso...
13 novembre 2017

Cristiana Capotondi e Nancy Brilli difendono Fausto Brizzi

print-icon
Fausto Brizzi

Mentre continuano ad arrivare dichiarazioni da parte di attrici che accusano il regista Fausto Brizzi di averle molestate durante i provini, a difenderlo alcune attrici che hanno lavorato con lui, come Cristiana Capotondi e Nancy Brilli.

L’Italia sta vivendo il suo “caso Weinstein” a causa delle accuse di molestie sessuali che alcune giovani attrici stanno rivolgendo, in questi giorni, al regista Fausto Brizzi. A difenderlo, alcune delle attrici che hanno lavorato con lui e che lo definiscono un “gentiluomo”: Cristiana Capotondi e Nancy Brilli.

I messaggi di solidarietà da attrici e colleghi

Cristiana Capotondi, che ha lavorato con Brizzi in “Notte prima degli esami” ed “Ex”, ha scritto un messaggio di solidarietà al regista sul suo profilo Instagram: «Assisto con dolore alle accuse che stanno rivolgendo in queste ore a Fausto Brizzi. Con me si è sempre comportato da vero gentiluomo. Ti voglio bene signor F». Nancy Brilli, invece, anch’essa in “Ex” e anche in “Maschi contro femmine” e “Femmine contro maschi”, non riesce a credere al fango gettato sull’amico regista e dice: «Lo conosco come una persona corretta, un bravo regista e produttore, un amico che si è sempre comportato in modo impeccabile», e poi aggiunge che le denunce non possono e non devono essere fatte in forma anonima, invitando le attrici a farsi avanti in prima persona, e poi aggiunge: «Puoi alzarti e andartene, non può essere la paura che ti venga bloccata la carriera a non farti parlare», dicendo di essersi trovata in situazioni simili e di aver preso subito la porta. L’attrice ci tiene anche a precisare che nelle ultime settimane si sta facendo molta confusione tra avance, molestie e stupro, che vengono messi tutti sullo stesso piano. Ma anche Neri Parenti, regista e collega di Brizzi in diverse occasioni, non riesce a capire da dove saltino fuori queste accuse: «Ho lavorato con lui dieci anni come sceneggiatore e lo conosco da venti, non ci credo».

Le denunce da parte di una decina di donne

Intanto continuano ad aumentare, giorno dopo giorno, le donne – attrici o aspiranti tali – che accusano il regista di “Notte prima degli esami”. Pur non conoscendosi tra loro, le ragazze raccontano tutte lo stesso modus operandi: il regista le avrebbe convocate per un provino e, con la scusa di provare delle scene, le avrebbe toccate o costrette a toccarlo. Qualcuna ha addirittura raccontato di essersi trovata nella stanza con il regista completamente nudo, con un’espressione da “mostro”. Non appena sono state fatte le prime accuse, Fausto Brizzi ha voluto comunicare la sua totale estraneità ai fatti, con un comunicato ufficiale: «Ho appreso con grande sconcerto dagli articoli apparsi sulle pagine di alcuni quotidiani dell'esistenza di ipotetiche segnalazioni di molestie fatte da persone di cui non viene precisata l'identità. Posso solo affermare, con serenità e sin da ora, che mai e poi mai nella mia vita ho avuto rapporti non consenzienti o condivisi. Per questo, escludo categoricamente di aver conferito mandato legale per trattare il risarcimento del danno in favore di presunte vittime. Procederò in ogni opportuna sede nei confronti di chiunque abbia affermato e affermi il contrario. In via precauzionale, e per evitare strumentalizzazioni, ho sospeso tutte le mie attività lavorative ed imprenditoriali. Chiedo a tutti il massimo rispetto della privacy della mia famiglia e, in particolare, di mia moglie».

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky