16 novembre 2017

Il Victoria's Secret Fashion Show sta creando una crisi internazionale

print-icon
Jasmine Tookes

Cosa sta accadendo al Victoria’s Secret Fashion Show? La manifestazione – che avrà luogo a Shanghai – è entrata al centro di una grossa polemica: sembra che il governo cinese non gradisca alcune presenze sul suo territorio e che stia quindi negando molti visti.

Pochi eventi sono in grado di richiamare l'attenzione mediatica come il Victoria’s Secret Fashion Show: ma questa volta potrebbe essere ricordato non sono per le scenografie e gli angeli più belli del mondo, ma anche per l’aver fatto da apripista a una vera e propria crisi internazionale.

Blogger e giornalisti? Persone non gradite

Come può una sfilata di lingerie aprire una crisi internazionale? Può eccome se l’evento è organizzato da Victoria’s Secret, nome che richiama blogger, giornalisti, fotografi e inviati da ogni parte del mondo. Quest’anno il sexy Fashion Show è stato organizzato in Cina, a Shanghai, e finora non era trapelato nulla riguardo eventuali problemi nel continente asiatico: questo sino a qualche ora fa, quando è scoppiato il finimondo. Sembra infatti che il governo cinese stia negando i visti d’entrata a decine di blogger e giornalisti, che sarebbero così impossibilitati a seguire la kermesse. Sono moltissime le persone che si stanno lamentando per il mancato ingresso nello Stato, soprattutto perché questo impedirebbe a molti magazine di trattare il Victoria’s Secret Fashion Show, uno degli eventi annuali di punta nel mondo della moda. Non solo: anche famosi presentatori televisivi stanno incontrando molte difficoltà nel girare i propri servizi. Alcuni di loro hanno denunciato che gli sarebbe stato impedito di fare delle riprese fuori la Mercedes-Benz Arena, dove lo show avrà luogo. «Per i media coprire lo show sta diventando un vero e proprio incubo», ha rivelato una fonte rimasta anonima al magazine Page Six. «Le compagnie televisive stanno spendendo una fortuna, e non sanno nemmeno se potranno fare delle registrazioni quando saranno lì». In Cina i controlli del governo della Repubblica Popolare sulle persone in entrata nel proprio paese sono sempre stati molto serrati: ma in occasione di un evento come il Victoria’s Secret Fashion Show tutta questa rigidità sta scatenando una vera e propria crisi mediatica internazionale. Si mormora che anche a quattro angeli di origini russe sia stato negato il visto per la Cina: questa notizia non è stata ancora confermata, ma sarebbe un episodio abbastanza grave se dovesse risultare vera.

Viaggio nel continente asiatico

La decisione di Victoria’s Secret di organizzare il Fashion Show a Shanghai quest’anno, è stata dettata dal fatto che il brand ha inaugurato i suoi shop anche in Cina. Un segnale molto importante questo per il mercato mondiale, che il marchio di lingerie ha voluto incoraggiare a tutti i costi. Lo scorso anno la sfilata si è tenuta nella capitale francese: un gesto di vicinanza a Parigi dopo gli attacchi terroristici che hanno sconvolto la città il 13 novembre 2016. Questa non è la prima polemica in cui Victoria’s Secret sta incappando da quando ha scelto la Cina come luogo per il Fashion Show: una delle prime è stata diretta contro una delle sue modelle di punta, Gigi Hadid, considerata personaggio non gradito nel paese a causa di un video girato su Instagram qualche mese fa. Per molte persone si sarebbe trattato di un atto di razzismo nei loro confronti: a nulla sono valse le scuse della socialite, i commenti negativi non si sono arrestati. Il Victoria’s Secret Fashion Show andrà in scena il 28 novembre: andremo verso un’escalation, o la crisi sarà ridimensionata?

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky