29 novembre 2017

Angela Lansbury: la signora in giallo parla alle donne molestate

print-icon
Angela Lansbury

Non le manda a dire la signora in giallo, che in un’intervista all’emittente inglese Radio Times dice che se le donne vengono molestate è anche un po’ colpa loro. Parole forti, quelle di Angela Lansbury, che a 92 anni dichiara di non essere mai dovuta scendere a compromessi di nessun tipo.

Angela Lansbury, la signora in giallo della famosissima serie tv, ha lasciato delle dichiarazioni piuttosto forti sull’ondata di denunce che ha investito e continua a investire il mondo del cinema e dello spettacolo in genere. In un’intervista all’emittente britannica Radio Times, l’attrice ha detto che, spesso, è colpa delle donne se vengono molestate.

La ricerca della bellezza è un’arma a doppio taglio

Proprio così: se le donne ricevono avances e apprezzamenti spesso poco graditi, il più delle volte è dovuto alla continua ricerca della bellezza e di approvazione per il proprio aspetto fisico. «Ci sono due lati su una medaglia», ha detto esplicitamente la Lansbury, «e dobbiamo farci carico del fatto che le donne, da tempo immemore, si sono impegnate per essere attraenti. E sfortunatamente la bellezza si è ritorta contro di noi, così questo è il punto al quale siamo arrivate». Ma poi ha aggiunto che questo non vuol dire incentivare o incoraggiare eventuali violenze: «Lo penso davvero, anche se è terribile sostenere che non possiamo renderci il più seducenti possibile senza essere sbattute per terra e violentate». Sicuramente le dichiarazioni dell’attrice inglese hanno mostrato un punto di vista diverso sulle vicende delle molestie sessuali che stanno coinvolgendo il mondo dello spettacolo internazionale, ma la signora in giallo ha corretto un po’ il tiro, dicendo che la responsabilità non è mai solo tutta da una parte: «Le donne dovrebbero sentirsi preparate per questo? Certo che no! Non ci sono scuse per quello che è capitato. E comunque penso che questo comportamento nei nostri confronti si fermerà ora, o che dovrà farlo a breve. In questo momento sono convinta che molti uomini sono parecchio preoccupati di quello che sta succedendo».

La signora in giallo non è mai dovuta scendere a compromessi

La Lansbury ha poi dichiarato di non aver mai dovuto confrontarsi con episodi di molestie o di semplici avances nella sua lunga carriera. Non sono mancate, ovviamente, le critiche da parte delle donne e delle associazioni che difendono le vittime di abusi, che accusano la 92enne attrice britannica di lanciare dei messaggi fuorvianti, visto anche l’enorme seguito di fan di tutte le età. In un comunicato ufficiale, la “Rape Crisis England & Wales”, associazione che difende le donne vittime di violenza, ha dichiarato: “È una leggenda davvero radicata e inutile quella dove si racconta che lo stupro e le altre forme di violenza sessuale siano causate o “provocate” dalla sensualità o dal bell’aspetto delle donne». Dichiarazione che non ci si sarebbe mai aspettati dalla stessa Lansbury, che solo poco tempo fa affermava: «Trovo interessante che la televisione abbia offerto alle donne nuove opportunità come è successo a me. Dopotutto “La signora in giallo” ha per protagonista una donna che fa un lavoro da uomo improvvisandosi investigatrice e risolvendo crimini», mostrando grande riguardo nei confronti del gentil sesso e trovando giusto che le donne avessero lo stesso trattamento dei colleghi uomini. E ora, questa dichiarazione “scomoda”, rischia di offuscare le tante battaglie fatte negli anni per l’emancipazione femminile.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky