Pamela Anderson alle donne: «Abbiate buon senso»

Le testimonianze sulle molestie sessuali nell’ambiente del cinema si susseguono e sempre più attrici o donne dello spettacolo sentono di dover dire la loro opinione. Le dichiarazioni di Pamela Anderson stanno facendo discutere: l’attrice dice che le donne dovrebbero avere più buon senso e non accettare di fare provini in camere d’albergo.

Non è vero che quando si tratta di abusi sessuali da parte di uomini potenti, le donne siano tutte dalla stessa parte. Anzi, a volte capita che qualcuna dia la colpa proprio alle vittime, invece che ai “molestatori”. A far discutere negli ultimi giorni sono le dichiarazioni di Pamela Anderson, che accusa le donne di agire senza buon senso.

Le dichiarazioni shock dell’ex bagnina di Baywatch

Intervistata in diretta tv da Megyn Kelly, l’ex bagnina della serie Baywatch ha usato parole pesanti nei confronti delle donne che denunciano il produttore americano Harvey Weinstein. La loro colpa? Aver accettato di fare dei provini in una camera d’albergo e di non essere scappate di fronte alla vista del produttore in accappatoio: «Non sono sorpresa da quanto emerso. Si sapeva che alcuni produttori e alcune persone a Hollywood erano da evitare se chiedevano un incontro privato. Sai a cosa vai incontro se vai da sola in una camera di albergo». Usa parole molto dirette la Anderson, confessando anche che nel giro tutti sapevano di come funzionavano le cose. L’attrice prosegue: «Quando sono arrivata a Hollywood ho ricevuto molte offerte di provini privati e cose assurde. È semplicemente una questione di buon senso: non si va da sola in una stanza di albergo. Se qualcuno entra da una porta in accappatoio, te ne vai». A questo punto, la conduttrice ha ricordato alla Anderson che molte di queste donne venivano accompagnate da membri dello staff di Weinstein, non erano sole, e l’attrice replica: «Le donne non avrebbero dovuto essere sole. Doveva esserci sempre qualcuno con loro. Penso che ci siano dei modi semplici per tirarsi fuori da quelle situazioni. Non è comunque una buona scusa per accettare».

Le parole dure di Pamela

Pamela Anderson, che oggi ha 50 anni, dice di conoscere bene i meccanismi del mondo del cinema e sa che l’ambizione delle ragazze che vogliono lavorare nel cinema, spesso non permette di fare le giuste scelte: «So che Hollywood possa davvero sedurre e che queste persone vogliano essere famose. Alle volte si pensa di essere al sicuro con una persona adulta nella stanza». Lei stessa dice di aver avuto molte proposte poco chiare ma di essere sempre stata forte nel rifiutarle: «Non so da dove provenga questo senso di sicurezza, ma io in qualche modo l'ho evitato. Mi hanno offerto tantissime cose: un palazzo, una Porsche, solo per essere la ragazza numero uno di qualcuno. Ho sempre risposto ingenuamente: “Beh, allora dev’esserci anche una numero due, quindi non sono interessata”». Di recente, anche Angela Lansbury, la signora in giallo, aveva dato la colpa alle donne vittime di abusi o molestie sessuali. L’attrice aveva accusato le donne di essere sempre alla ricerca di approvazione e, per questo motivo, di mostrarsi seducenti e provocanti nei confronti negli uomini. La Lansbury, però, dopo le critiche ha corretto un po’ il tiro dicendo che questo atteggiamento non dovrebbe autorizzare gli uomini a esercitare il proprio potere sul gentil sesso.

Copyright © 2013 Sky Italia - P.IVA 04619241005