Rose McGowan Vs Meryl Streep: "Hai taciuto su Weinstein"

Cosa succede tra Rose McGowan e Meryl Streep? L’attrice di Streghe ha accusato la collega di aver sempre saputo degli abusi di Harvey Weinstein e di non aver parlato. Ecco le ultime news sulla vicenda.

Rose McGowan è una delle attrici che ha accusato Harvey Weinstein, denunciando la violenza sessuale subita. E adesso si è scagliata anche contro Meryl Streep.

Rose McGowan contro Meryl Streep

Ha fatto molto scalpore l’affaire che ha visto suo malgrado protagonista Meryl Streep nella vicenda di Harvey Weinstein. L’attrice ha proposto d’indossare il colore nero ai Golden Globes per denunciare le molestie sessuali a Hollywood: un atto apprezzato da molti, ma giudicato ipocrita da altri. Rose McGowan, star di Streghe e una delle principali accusatrici del magnate della Miramax Films, ha attaccato Meryl Streep dicendo che lei sapeva quanto avveniva dietro le quinte. Parole che Streep ha rispedito al mittente. Sono tante le celebrity che, a oggi, dicono di non essersi mai accorte delle violenze perpetrate da Harvey Weinstein. Ma sono anche molte le persone che non credono a questa versione. L’affaire ha sollevato un velo d’omertà che sembrava essere incollato sopra Hollywood e che, adesso, è molto difficile da ignorare. Davvero Meryl Street sapeva del comportamento del produttore? Sembra assurdo, ma la polemica è bel lontana dal placarsi.

Cosa è successo a Rose McGowan?

Anche Rose McGowan fa parte della schiera di attrici che hanno denunciato Harvey Weinstein. La star ha detto di aver subito violenza dal produttore e di essere stata costretta a tacere. E le è stato anche impedito di lavorare in qualsiasi film avesse come produttore Weinstein. «Mi ha confidato che un avvocato donna le aveva detto che a causa delle scene di nudo che aveva fatto nei suoi film nessuno le avrebbe creduto – ha detto Robert Rodriguez, il regista di Grindhouse - Rose mi ha detto che tutto quello che poteva fare era obbligare Harvey Weinstein a donare dei soldi a un rifugio per donne vittime di abusi e in cambio aveva dovuto firmare un documento che le impediva di parlare della violenza e non avrebbe nemmeno dovuto confidarsi con me. In più le era stato impedito di proporsi per qualsiasi film di Weinstein». Quando è avvenuta la violenza, Rose non aveva denunciato immediatamente il produttore. La sua confessione è venuta a galla insieme a quella di decine di attrici, che negli anni hanno avuto a che fare con l’uomo. Alcune sono diventate famose, altre non hanno più lavorato. Ma adesso hanno parlato tutte.

La fine di Weinstein

Harvey Weinstein è caduto dal trono che aveva detenuto per anni. Adesso è stato allontanato da qualsiasi cosa abbia a che vedere con il mondo dello spettacolo e nessuno vuole più avere a che fare con lui. La moglie l’ha lasciato, i vecchi amici l’hanno abbandonato. La Miramax Films l’ha licenziato. Non c’è più posto per lui a Hollywood e, forse per cercare di salvare l’apparenza, Weinstein si è ricoverato volontariamente in una clinica per dipendenti dal sesso. Per ora non è incriminato e non è stato avviato nessun procedimento legale nei suoi confronti. Non si sa come andrà a finire la vicenda dal punto di vista processuale, ma una cosa è certa: sicuramente non l’ha passata liscia. 

Copyright © 2013 Sky Italia - P.IVA 04619241005