Caricamento in corso...
16 marzo 2017

Il Diario della Musica: Fast Animals and Slow Kids

print-icon
foto Getty

Un diario da sfogliare. Le interviste, le recensioni, le anticipazioni più curiose del mondo della musica sono raccolte qui, un album che si alimenterà costantemente: ecco Fast Animals and Slow Kids col disco Forse non è la Felicità. Ci sono anche Lo Stato Sociale, che presenta con una video-intervista esclusiva il nuovo disco Amore, Lavoro e Altri Miti da Sfatare, e Lorenzo Campani

di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


L'assurdo è che lo trovo a chattare con il resto della band. Aimone Romizi è uno dei FASK, Fast Animals and Slow Kids, una delle band più originali degli ultimi anni. Gli altri FAST sono Alessandro Guercini, Alessio Mingoli e Jacopo Gigliotti e il disco del quale parliamo è Forse non è la Felicità.

Forse non è la felicità ma è un bel disco.
Siamo partiti con una idea e poi le carte si sono sparigliate. Ma abbiamo lavorato sereni.
Come vi definite?
Una band terapeutica che si racconta molto nelle sue canzoni.
C'è un lavoro meticoloso non solo sui testi, ma sulla singola parola.
La ricerca della parola è un nostro elemento distintivo. Cerchiamo di astrarre la canzone perché siamo convinti che una canzona è più di chi la ascolta che di chi la ha fatta.
C'è già chi si tatua vostre frasi.
Gli diciamo che sono dei matti. E gli chiediamo scusa perché saremo con loro per sempre. Quelle persone potranno cambiare i gusti musicali ma resterà uno specchio di quello che sono stati che li rimanda a noi.
Ma voi ne avete?
Nessuno di noi. Forse perché ci piace esternare.
Cosa è la felicità?
Suonare con la band, vivere di musica e avere il palco come valvola di sfogo.

Sono forti le radici Punk.
Lo abbiamo ascoltato tutti anche se non abbiamo vissuto quella stagione. Abbiamo sempre cercato di creare una musica che unisse i nostri sentimenti. Il Punk lo è.
Il suono risulta molto meno stratificato rispetto al passato.
In passato ci mettevamo milioni di riff perché credevamo che il suono risultasse più potente. Poi abbiamo capito che aggiungere troppa roba affossa il suono.
Siete già ai live.
Crediamo che i concerti vadano ricordati più nella mente che sull'i-phone. Quello che piace, che emoziona resta dentro non si intrappola in una foto.
Siete di Perugia, siete definiti i ragazzi del lago: ora che riempite i club cosa resta di quei ragazzi?
Tutto. Litighiamo per un accordo ma dividiamo tutto per quattro e se deve finire è perché cambia qualcosa tra di noi e non per soldi. Come vede restiamo i ragazzi del lago.
Forse non è la Felicità è un titolo ambizioso e curioso.
Abbiamo litigato per sceglierlo ma le nostre riunioni si fanno al ristorante.
Avete un principio filosofico?
Siamo convinti che valga sempre la pena di credere in quello che si fa.


 




Il Diario della Musica: LO STATO SOCIALE


di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


Un disco atteso. Amore, Lavoro e Altri Miti da Sfatare è il nuovo disco dei bolognesi Lo Stato Sociale che, come loro stessi dicono, fanno canzonette. Non è proprio così perché c'è più saggezza nei loro testi che nelle parole di persone che della saggezza dovrebbero cospargere la quotidianità.  

Saranno in concerto, data unica, al Forum di Assago il 22 aprile. Il disco, che abbiamo ascoltato in anteprima, è una dimostrazione di forza, un atto di coraggio fatto da un collettivo. Parola che credevamo desueta e che invece è ancora molto sentita dalla generazione dei trentenni. Ma chi è, dove va e cosa fa Lo Stato Sociale...lo affidiamo alle loro parole in questa video-intervista esclusiva per il sito di Sky.





Il Diario della Musica: IL BASTA DI LORENZO CAMPANI (FEAT. CLAUDIA MEGRE')


Basta il nuovo singolo di Lorenzo Campani feat. Claudia Megrè. Il brano esprime l’amore in forma labirintica, questo continuo cercarci e non trovarci, fermi sulle incomprensioni e dubbi e con la voglia di trovarsi. È un contrasto che non si vuole allontanare. O forse è la voglia di cambiare, dire “Basta” per voltare  pagina e iniziare di nuovo. Un labirinto dove solo noi possiamo decidere come cambiare e che strada scegliere. Basta è prodotto da Emilio Munda, autore in esclusiva Sugar Music. Lorenzo torna in radio con il suo terzo singolo e sonorità più pop dopo i recenti Scappiamo Adesso feat. MAXI-B e Dovunque Tu Sei e si descrive così: "Il momento più triste? Scendere dal palco. Starei sempre là sopra a cantare per voi. Perché forse è l'unica cosa che so fare bene. Perché con le parole non sono bravo".

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky