Caricamento in corso...
09 gennaio 2017

Sky Arte, con Brunori SAS...a casa tutto bene: l'intervista

print-icon
bru

Si intitola A Casa Tutto Bene il nuovo disco di Brunori SAS in uscita il 20 gennaio 2017. La storia dell'album viene raccontata in uno speciale in programma su Sky Arte mercoledì 11 gennaio alle ore 21.15. Nell'attesa lo abbiamo intervistato

di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)

Seguire un artista dal volume 1 ha una sua poetica. Soprattutto se è un musicista vero. Dario Brunori pubblica il 20 gennaio 2017 il nuovo album A Casa tutto Bene. E' il primo che arriva dopo la trilogia dei tre volumi, l'ultimo dei quali ha tre anni (Vol. 3 - Il cammino di Santiago in taxi) e dunque l'attesa è alta. Sky Arte racconta la storia di questo disco in uno speciale in onda mercoledì 11 gennaio alle ore 21.15. Qui precediamo lo speciale e l'uscita dell'album con una intervista all'artista calabrese.

Dario Brunori come va? Buon anno intanto.
Grazie. Anche a voi del sito di Sky. Sono in Calabria a fare le prove del tour, che debutterà il 24 febbraio a Udine.
Il richiamo delle radici è sempre forte.
Eccome...amata terra calabra. Qui ci sono i ragazzi che suonano con me e possiamo rafforzare l'ipotesi della lobby calabrese della musica.
Chissà che quantità di 'nduja verrà consumata...
E' più del catanzarese. Io sono di Cosenza. Ciò non toglie che è un prodotto che riassume la tipicità della mia regione.
Mercoledì 11 gennaio su Sky Arte andremo alle radici del disco col racconto-documentario Brunori SAS - A casa tutto bene.
E' nato con l'idea di narrare le registrazioni poi ci siamo benevolmente lasciati prendere la mano ed è diventato molto più ampio. Ci sono momenti belli nella masseria con lo studio mobile del mago del suono Taketo Gohara.
Il disco uscirà il 20 gennaio, cosa assorbiamo dalle immagini di Sky Arte?
La sua natura ancestrale. Abbiamo scelto di inserire una parte legata a Roghudi: un luogo dell'Aspromonte spesso collegato ai sequestri e del quale avevo solo sentito parlare.
Ora lo conosce?
Sì, finalmente. Raccoglie due mondi, quello dei miei nonni e quello dell'esodo verso nord. Io sono figlio di un'epoca di mezzo che sta finendo. Sono tra un ieri ancora visibile e il 2.0 che sta crescendo.
Come si lavora con Taketo?
E' la seconda collaborazione. Questa volta ci siamo presi tre anni, è un lavoro concepito in più tempo e tra noi c'era una maggiore confidenza.
Dal 24 febbraio va in tour.
Parto dal Nord e poi scendo la penisola. Stiamo provando in questi giorni.
Il primo singolo di A casa tutto bene è La verità.
Un titolo di pancia. Un brano sentimentale che serve per affrontare le paure che cerco di esorcizzare nel disco.
I suoi primi tre album erano contrassegnati dal Volume 1, 2 e 3.
Tracce di nostalgia degli anni Settanta. La vera differenza col passato è che stavolta avevo da subito la percezione di quello che intendevo tirare fuori.
Come ci è riuscito?
La tensione fa uscire il meglio.

A casa tutto bene tour

24 Febbraio – Udine - PalaMostre
25 Febbraio - Bologna - Estragon
02 Marzo - Milano – Alcatraz
03 Marzo – Treviso – New Age
09 Marzo - Torino - Teatro Concordia
16 Marzo – Cesena – Teatro Verdi
17 Marzo - Firenze – Obihall
18 Marzo – Napoli – Casa della Musica
24 Marzo – Grottammare (AP) – Container
25 Marzo – Perugia – Afterlife
31 Marzo – Bari – Demodè
01 Aprile - Roma – Atlantico
06 Aprile – Palermo – Teatro Santa Cecilia
08 Aprile – Catania - MA


IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky