Caricamento in corso...
08 marzo 2017

I Decibel battezzano Italian Sound su Sky Arte: Noblesse Oblige!

print-icon
dec

Si chiama Italian Sound e ci racconta la musica italiana come solo Sky Arte sa fare. Il primo capitolo di questo viaggio ha per protagonisti i Decibel che dopo 40 anni tornano col disco Noblesse Oblige. Aspettando di vederli sabato 11 marzo alle ore 18.45 e mercoledì 15 alle ore 16.20 li abbiamo intervistati

di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


Arrivano da un altro mondo ma suonano come venissero dal futuro. Perché oggi, nella stagione dei sampler e dei campionatori, loro, i Decibel, si sono ritrovati in uno studio nella zona di Milano Linate e hanno suonato davvero. Doveva essere un gioco, è nato un disco. Si intitola Noblesse Oblige. Loro sono Enrico Ruggeri, Silvio Capeccia e Fulvio Muzio. Ascoltando il disco, aspettandoli in tour (si comincia il 17 marzo da Colleone in provincia di Cremona), possiamo conoscere la loro storia su Sky Arte: i Decibel sono protagonisti della puntata di Italian Sound in programma mercoledì 15 alle ore 16.20. Intanto li abbiamo incontrati e intervistati.

I Decibel insieme dopo 40 anni. Senza rancori?
Fu una scissione serena, dopo qualche anno avevamo già ripreso a vederci, a fare spettacoli one shot nei teatri oppure a qualche festa. Nel 2010 Ruggeri era a Sanremo e i Decibel sono andati come suoi ospiti. Il rapporto si è fatto più stretto e siamo arrivati a oggi.
Temete l'effetto nostalgia canaglia?
Non c’è nostalgia nella vicenda, è un disco con canzoni nuove, con anche il doppio vinile. sono inclusi Contessa e Vivo da re.
Cosa vi ha spinto a ritrovarvi?
Quando giri intorno ai 60 anni cerchi cose che ti facciano stare bene. Dunque ci aspettiamo di stare bene insieme, all’inizio dovevano essere cento copie per gli amici e un concerto evento.
Poi?
Ruggeri era in auto con Andreo Rosi, presidente di Sony, che nel 1982 lo accompagnava nelle radio a fare promozione, e gli ha fatto sentire alcuni pezzi con i provini registrati a casa sua. Lui ha detto: "Altro che nicchia". Attorno a noi gli entusiasmi crescevano.
Il suono è modernamente antico.
Sapevamo che non volevamo groove né strumenti virtuali ma un suono connotato. Noi abbiamo stacchi, cambi di tempo, cambi di sonorità nello stesso brano.
Sul palco che succederà?
Torniamo al rock e suoniamo: siamo in sei e senza sequencer, solo l'elettronica delle tastiere ma niente informatica. Noi siamo una band con tre all’album all’attivo anche se realizzati in 40 anni.
Siete i Salinger del Rock?
Non lo sappiamo...certo che la nostra è una produzione centellinata.
Bisogna ammettere che fin dal primo album Punk siete stati illuminati.
Era un album da lavori in corso ma alcune cose sono attuali pure oggi e non dimentichiamo che lo abbiamo pubblicato nel 1978: Ne Il Lavaggio del cervello parlavamo dei media che influenzano l'andamento popoli. Superstar parlava del rapporto malato tra fan e rockstar con il fan che la uccide: tutto ciò due anni prima che Chapman uccidesse John Lennon.
Noblesse Oblige nasce oggi ma la gestazione è lunga.
Brani nel casseto ne abbiamo da anni poi ce ne è qualcuno nato di recente. E’ molto stile Vivo da re: si sentono echi di Sparks, Ultravox, Stranglers, Roxy Music…in My My Generation li citiamo tutti. C’è molta fusione nei brani, alcuni sono composti un pezzo a testa.
Altra canzone illuminata è Teenager.
Scriverla oggi sarebbe ipotesi di reato. Comunque creare canzoni d'amore è mettersi in gioco. Prendiamo L’ultima donna: la donna cura il primo amore, l’uomo valorizza sempre l’ultimo.
In tutto ciò l’attitudine punk sopravvive.
Siamo sempre un po' scettici, traspaiono rabbia e polemica. Siamo convinti che nel mondo ci siano 15 persone che si trovano sopra il G8 e dicono: lasciamo la Merkel al potere ancora due anni, qui facciamo scoppiare una guerra, lì serve una carestia.
Perché Noblesse Oblige?
E' dedicata alle minoranze. Le grandi idee nascono da minoranze o persone isolate. Una persona disse che è la terra che gira intorno al sole e aveva tutti contro. Poi con canzoni quali Vivo da re e Contessa ci sentiamo nobili.
Quando nascono davvero i Decibel?
Il nome è del 1977 ma suonavamo insieme già da prima, dai tempi della scuola.
Restate un fenomeno...contro!
Sciascia diceva che l’intellettuale è contro il sistema. Noi aggiungiamo che è esaltante essere contro!

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky