17 marzo 2017

Angelina Jolie: il suo discorso all'ONU è commovente

print-icon
Angelina Jolie: il suo discorso all'ONU è commovente

Angelina Jolie commuove tutti a Ginevra durante il discorso alla sede dell’ONU: l’attrice ha incantato la commissione e lo staff con parole molto sentite, segno del grande interesse di Angelina per aiutare rifugiati e migranti, ergendosi, come sempre, a tutela dei Diritti Umani.

Angelina Jolie commuove durante il discorso alla sede ONU di Ginevra: l’attrice ringrazia lo staff, sprona tutta la commissione a fare sempre di più per i Diritti Umani e fa una promessa importante. Da sempre sensibile su questa tematica, la Jolie dichiara che non abbandonerà mai il suo incarico e farà sempre il più possibile per aiutare rifugiati e migrati, a prescindere dal suo mandato.

Le parole commoventi di Angelina Jolie

Angelina Jolie affascina e commuove con un grande discorso alla sede ONU di Ginevra: l’attrice hollywoodiana visita l’UNHCR, ovvero la United Nations Commission on Human Rights nella città svizzera. Tutto lo staff si raccoglie per l’occasione e resta incantato non solo dalla presenza dell’attrice, ma anche dalle sue parole.

Angelina si rivolge direttamente a chi è in prima fila per i Diritti Umani, ricordando il suo percorso e l’innamoramento per questa tematica sociale in particolare: “Sono arrivata qui sedici anni fa e tornare è un po’ come sentirsi a casa”. Dopo tanto tempo, Angelina pensa a tutto ciò che è stato fatto durante il suo mandato di ambasciatrice Onu e ammette che non si sarebbe mai immaginata quello che sarebbe successo.

La Jolie denuncia la grave situazione mondiale all’Onu

Negli anni in cui ha collaborato con UNHCR l’attrice è stata testimone della devastante situazione mondiale, destinata ogni giorno a peggiorare: il numero di rifugiati e migranti, costretti a lasciare il proprio Paese per via di persecuzioni e guerre, è passato da 22 a 65 milioni. Angelina appare visibilmente toccata da questi dati, ma le sue parole sono sentite e commuovono il pubblico.
“So che i vostri pensieri vanno più a quelli che non avete potuto aiutare che a tutti quelli che avete aiutato” dichiara la Jolie, “ ma sappiate che sono estremamente orgogliosa di lavorare con l’UNHCR, perché è il lavoro che fate, quello che fate sul campo, tutte le vite che contribuite a salvare e le persone che aiutate quotidianamente… che fa davvero la differenza”.

L’impegno che commuove: “Non vi abbandonerò mai”

Angelina Jolie, di nuovo in splendida forma dopo il periodo difficile del post divorzio, rinnova l’accordo del suo mandato come Inviata Speciale dell’UNHCR e specifica che, a prescindere dal suo contratto, il suo impegno sarà sempre costante, per mantenere alta la bandiera dei Diritti Umani nel mondo. “Spero di sapervi rappresentare nel miglior modo possibile e continuerò a farlo”, promette l’attrice e specifica con parole commoventi: “Siamo una famiglia e resterò con voi.

Gli impegni sociali della Jolie tra famiglia e cinema

L’attenzione dell’attrice verso i Diritti Umani, spesso calpestati a livello mondiale, si nota non solo per i suoi mandati di Ambasciatrice e Inviata Speciale Onu, ma anche nelle decisioni riguardo la sfera degli affetti personali e nelle sue passioni. Insieme all’ex marito Brad Pitt ha avuto tre figli naturali a cui si aggiungono tre bimbi adottati: l’attrice ha salvato ognuno di loro da situazioni difficili e ora sono il suo orgoglio. Maddox, di 15 anni, è stato adottato in Cambogia dove l’attrice si trovava per impegni cinematografici con il film di Tomb Rider: a distanza di tanti anni, poco tempo fa, ha presentato proprio nel paese del sud-est asiatico il suo ultimo film, che parla del genocidio ad opera degli Kmer Rossi visti attraverso gli occhi di un bambino.

L’attrice, in Cambogia, ha per la prima volta parlato del suo divorzio in pubblico, ma la sostenevano tutti e 6 i figli: oltre a Maddox, tra i ragazzi adottati c’è anche Zahara, di undici anni, bimba etiope che, non appena portata negli Stati Uniti, è stata subito curata per malnutrizione e disidratazione e ora sta bene grazie alla sua mamma. Infine Pax Thien, ora tredicenne, è stato l’ultimo adottato dalla coppia, che lo ha portato in America dopo la sua permanenza in un orfanotrofio vietnamita.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky