Caricamento in corso...
27 marzo 2017

Gigi Hadid e Kendall Jenner fanno arte in un video divertente

print-icon
Gigi Hadid e Kendall Jenner nel video divertente

Kendall Jenner omaggia l’arte insieme a Gigi Hadid: le due ragazze hanno fatto un tuffo negli anni ’60 e ’70 e ricreato le performance che più hanno fatto discutere in quegli anni di fermento culturale. Aggiungendoci un tocco di personalità!

Si può fare arte per scherzo? Ovviamente sì, e Gigi Hadid e Kendall Jenner ne sanno sicuramente qualcosa visto che hanno architettato una divertente performance tra l’intellettuale e lo spiritoso, dissacrando alcune delle esibizioni artistiche che hanno fatto la storia del secolo scorso.

Back to the ‘60

Inizia con una dichiarazione molto seria il video che Kendall Jenner ha voluto realizzare in omaggio ad alcune delle migliori performance artistiche degli ultimi decenni. “Ho sempre voluto diventare un’artista. Voglio dire, essere una supermodella è grandioso. Viaggio su jet privati, Karl Lagerfeld è mio amico, ma credo che la mia sia un’anima da artista. Voglio essere più di una modella per le altre persone. Voglio essere la regista della mia visione personale”. A partire da questi presupposti, Kendall Jenner ha riprodotto alcune delle performance che hanno fatto la storia dell’arte degli ultimi decenni, ma le ha interpretate dando a queste esibizioni un tocco personale (come una vera e propria artista, insomma!). La sorella maggiore di Kylie ha deciso prima di rendere omaggio a Yoko Ono e alla sua celebre “Cut Piece” del 1964: una performance che voleva mettere al centro della riflessione il corpo della donna, invitando le persone presenti all’esibizione a tagliarle dei pezzi di abito. Kendall è seduta per terra come lei, ma quando iniziano a posare le forbici sul suo vestito si sente qualcuno urlare “Fermi! Quello è un abito da 10mila dollari”. Successivamente Kendall Jenner passa attraverso una serie di muri di carta – qui si tratta di “Passing Through”, di Murakami Saburo – ma, una volta che li ha distrutti tutti, sospira e si sistema i capelli. Si è poi rotolata nella tinta blu con indosso solo un body color carne, come Yves Klein. L’ultima performance omaggiata da Kendall Jenner è quella di Marina Abromavic e il suo ex fidanzato Ulay, del 1977: nella versione originale i due ex amanti si trovavano l’uno di fronte all’altro e iniziano a urlare per esternare i propri sentimenti. Nella versione rivisitata da Kendall, lei si trova davanti alla sua migliore amica Gigi Hadid: “Secondo te mi verranno le rughe?”, chiede a un certo punto la sorellastra di Kim Kardashian. “Una specie…”, risponde Gigi.

L’originalità di Kendall Jenner

L’idea di rendere omaggio alle performance artistiche più rappresentative dello stato culturale negli anni sessanta e settanta, è stata realizzata da Kendall Jenner grazie alla collaborazione del magazine W. La supermodella è stata diretta da Columbine Goldsmith e aiutata dalla stylist Caroline Grosso a ricreare quelle atmosfere con una ventata di simpatia che gli hanno dato quel tocco originale che ha reso la performance gradevole al pubblico. Kendall Jenner ha ripreso con vigore la sua carriera di supermodella dopo che negli ultimi mesi sembrava essersi presa un periodo di pausa. Secondo le malelingue la sorellastra di Kim Kardashian ne ha approfittato per concedersi un ritocchino ai glutei, che adesso sono più simili a quelli della moglie di Kanye West e a quelli di sua sorella Kylie. C’è l’aiuto del chirurgo oppure Kendall ha solo deciso di chiudersi in palestra e darci dentro con gli squat? La modella non ha mai risposto a queste critiche, e lascia che sia la sua bellezza a parlare per lei.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky