Caricamento in corso...
10 aprile 2017

Toni Servillo sarà Berlusconi nel nuovo film di Sorrentino

print-icon
Toni Servillo sarà Berlusconi

Ormai è il protagonista indiscusso di tutti i film di successo di Paolo Sorrentino: dopo Giulio Andreotti, Toni Servillo darà il volto anche all’ex premier Silvio Berlusconi. La pellicola è ancora in fase di scrittura.

Paolo Sorrentino ha già in mente il suo prossimo film: protagonista della pellicola sarà come sempre l’attore Toni Servillo – già star de La Grande Bellezza – e indovinate in quale ruolo?

Dopo Giulio Andreotti, Toni Servillo dà il volto a Berlusconi

I rumors giravano ormai da qualche giorno, ma adesso c’è stata finalmente la conferma: il regista Paolo Sorrentino sta finalmente scrivendo un film su Silvio Berlusconi, ex premier e uomo politico che ha segnato l’Italia degli ultimi quarant’anni (se non di più). Effettivamente, dopo Il Divo, film su Giulio Andreotti, avremmo dovuto aspettarci qualcosa sul Presidente del Consiglio più discusso e al centro dell’attenzione politica dello scorso secolo: e chi andrà a interpretare Berlusconi? Ovviamente l’attore volto dei film di Paolo Sorrentino, Toni Servillo. L’uomo non ha ancora commentato il suo ruolo, e anche Sorrentino non è stato largo di particolari, svelando solo che il film è ancora in fase di scrittura e che non si sa quando inizieranno a girarlo. D’altra parte, Toni Servillo sarà di nuovo al cinema a partire dal 13 aprile con il suo nuovo film, Lasciati andare, dove interpreta uno psicanalista che ormai non ha più nessun interesse ad ascoltare le storie dei suoi pazienti.

La consacrazione al grande cinema

Attore eclettico e di grande talento, Toni Servillo è in grado di dare volto al personaggio più drammatico della storia del cinema, ma anche a quello più divertente. Classe 1959, Servillo ha esordito al cinema con Morte di un matematico napoletano, e inizia così un sodalizio professionale con il regista Mario Martone. Il successo arriva però nel 2001 con L’uomo in più, dove interpreta Tony Pisapia, ruolo che gli fa ottenere il suo primo David di Donatello, anche se a consacrarlo sul grande schermo saranno poi i film Gomorra e Il Divo, dove recita in entrambi come protagonista. Grazie alla sua interpretazione del politico Giulio Andreotti vince nella categoria Miglior attore all’European Film, e ottiene anche un altro David di Donatello e un Nastro d’Argento.

La passione per il teatro

Toni Servillo ha iniziato ad avvicinarsi al mondo della recitazione grazie al teatro: cresciuto in una famiglia dove quest’arte era tenuta in gran considerazione, ha iniziato a calcare il palco del suo oratorio quando era ancora un bambino, dimostrando già delle grandi doti attoriali. Giovanissimo, fondò insieme ad altri attori il Teatro Studio di Caserta, portando in giro per l’Europa numerose rappresentazioni teatrali fono al 1984. Dopo un paio di anni inizia il suo sodalizio professionale con il regista Mario Martone, che lo dirigerà per la prima volta in un film per il grande schermo. A differenza di tanti altri attori, Toni Servillo spesso e volentieri è scritturato per ruoli anche molto diversi tra loro: generalmente, quando un artista interpreta un certo tipo di personaggio (ed è molto convincente) spesso è difficile per lui poi distaccarsi da quelle parti. Non è accaduto così invece a Toni Servillo, che nel corso della sua vita ha dato vita a mille e uno personaggi diversi, interpretandoli sempre tutti con grande convinzione. I suoi ammiratori non vedono l’ora di vederlo nel prossimo film di Paolo Sorrentino nel ruolo di Silvio Berlusconi, certi che sarà davvero un evento da non perdere.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky