Caricamento in corso...
19 maggio 2017

Susan Sarandon, diva senza tempo a Cannes 2017

print-icon
Susan Sarandon a Cannes 2017

È difficile trovare qualcuno in grado di eguagliare la verve di Susan Sarandon sul red carpet del Festival di Cannes: l’attrice è stata spettacolare, una bellezza senza tempo che ancora oggi catalizza tutti gli occhi su di sé.

Il red carpet di Cannes 2017 è al centro dell’attenzione mediatica in questi giorni ma c’è qualcuno che per la sua passerella merita una menzione speciale.

Susan Sarandon, regina senza età

Ci sono le bellissime modelle come Bella Hadid ed Emily Ratajkowski, le giovani attrici come Elle Fanning e Lily Rose Depp e poi c’è Susan Sarandon, la diva senza tempo che è stata la protagonista indiscussa del red carpet del Festival di Cannes. Con un tubino di velluto verde attillatissimo, uno spacco che ha lasciato scoperte le gambe affusolate e un décolleté da far invidia a una ventenne, Susan Sarandon ha sfilato sul red carpet con sensualità e irriverenza, ridendo gioiosa con indosso un paio di occhiali da sole che non ha voluto sfilare nemmeno di fronte alle richieste dei fotografi. Settant’anni portati magnificamente, i segni del tempo che nemmeno si notano, la bellezza di Susan Sarandon è senza tempo, senza paura e senza silicone soprattutto. L’attrice non ha mancato di abbracciare le altre star che ha incontrato sul red carpet: ha stretto a sé la 19enne Bella Hadid e si è fatta immortalare con un’altra rossa d’eccellenza, sua amica da anni, Julianne Moore. Impossibile non notarla, impossibile non parlarne dopo: Susan Sarandon è un simbolo di questo 70esimo Festival di Cannes, che l’abbia voluto o no.

La carriera di Susan Sarandon

Susan Sarandon è nata a New York il 4 ottobre 1946. Inizia a interessarsi al mondo della recitazione quando si iscrive all’università, e decide di studiare per diventare un’attrice. All’inizio la sua carriera ha stentato a decollare e per i primi anni ha ottenuto solo alcune parti secondarie in film di serie b: la svolta arriva nel 1974, quando ottiene il ruolo da protagonista nel film Prima Pagina, dove recita accanto all’attore Walter Matthau. La consacrazione a diva del cinema arriva però nel 1975, quando ottiene una parte importante in The Rocky Horror Picture Show: da allora il nome di Susan Sarandon è conosciuto in tutto il mondo e inizia a essere molto richiesta dai registi di Hollywood. Viene nominata diverse volte agli Oscar: la prima fu per Thelma & Louise, la seconda con Atlantic City, la terza per L’olio di Lorenzo la quarta per Il Cliente. Ma è per Dead Man Walking – Condannato a morte, che Susan Sarandon vince l’ambito premio dell’Academy nel 1996.

La vita sentimentale

Susan Sarandon è stata sposata solo una volta con l’attore Chris Sarandon, di cui ha mantenuto il cognome anche dopo il divorzio. I due si sono conosciuti all’università e dopo la fine della loro relazione, avvenuta nel 1979, l’attrice ha dichiarato che non si sarebbe sposata mai più. Ha avuto poi una convivenza ventennale con l’attore Tim Robbins, da cui si è separata nel 2009. Ha tre figli: Eva Amurri, avuta dopo una breve relazione con il regista italiano Franco Amurri, Jack Henry e Miles Guthrie avuti invece con il compagno Tim Robbins. Susan Sarandon è sempre stata una fervente attivista politica in prima linea per i diritti civili e politici e diverse volte si è messa in gioco per i suoi ideali. 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky