Caricamento in corso...
05 luglio 2017

Fabio Rovazzi sarà protagonista di un film di Gennaro Nunziante

print-icon
Fabio Rovazzi in concerto

L’ironica pungente di Fabio Rovazzi ha fatto breccia nel mondo competitivo della musica e, adesso, si getta a capofitto nel mondo del cinema. Avete capito bene: l’autore di “Andiamo a comandare” si prepara a fare il suo esordio cinematografico con “Il Vegetale” di Gennaro Nunziante. Siete pronti?

La notizia è arrivata come un fulmine e a ciel sereno e, con la sua disarmante simpatia, si prepara a fare incetta di ascolti. Fabio Rovazzi debutta nel mondo del cinema grazie al film “Il Vegetale” di Gennaro Nunziante. Tutto il resto lo vedremo in sala, comodamente seduti con un bel barattolo di pop-corn tra le mani.

“Basta con i film che fanno soldi, voglio fare un flop”

Gennaro Nunziante è entrato di pieno diritto nella lista dei registi da adorare e da seguire grazie alle sue pellicole di grande successo, tra cui quelle che sbancano tutti i botteghini con Checco Zalone come protagonista. Insomma: un nome una garanzia. E non si può dire che il film “Il Vegetale” non nasca sotto i migliori auspici e le migliori prospettive, candidamente dichiarate dal regista stesso: “Visto che le sale sono piene, è inutile fare un altro film che faccia soldi. Voglio fare un flop”, ha detto Nunziante, ospite di “Ciné – Giornate di Cinema di Riccione” insieme al suo nuovo protagonista.

Come si cerca un protagonista in quest’epoca di belli da morire e bravi, talentuosi, pieni di creatività e immaginazione allo stato puro? Seguendo le indicazioni di Gennaro Nunziante, ci sembra molto semplice: “Primo ingrediente di un flop sono produttori incapaci, e per questo, pur di non pagare gli attori mettono i pupazzi nei film. Poi serve anche un protagonista sconosciuto e incapace, e in virtù di questo penso di aver trovato la persona giusta in Fabio Rovazzi”. Commosso da tanta bontà, anche Fabio Rovazzi spiega quali sono, secondo lui, le cifre del successo per diventare una figura importante nel mondo dello spettacolo: “Dopo aver completamente rovinato la discografia italiana mi sembra giusto rovinare anche il cinema”. Segue poi un rapido excursus sulla cultura cinematografica del ragazzo che ha rapito Gianni Morandi nel suo nuovo video: “Un film che mi ha svoltato la vita? Natale in India”. E gli haters? Beh, direi che a loro non è rimasto più niente da dire. In questa conferenza stampa alla rovescia, ci appare tutto assolutamente fantastico ed esilarante. Parlando dati alla mano, non è ancora stata rilasciata una trama, che per il momento è top-secret come il resto del casting.

Fabio Rovazzi, il ragazzo che ha preso in ostaggio la musica

Le provvidenziali parole del padre di Rovazzi nel video di “Volare” riecheggiano, ora più che mai, nella nostra mente. Per un personaggio controverso come quello di Fabio Rovazzi, divenuto famoso grazie a YouTube e canzoni come “Tutto molto Interessante” e “Andiamo a Comandare” che lo hanno reso uno dei performer più odiati (o amati?) d’Italia – l’unica collaborazione possibile è quella con un personaggio che non può essere odiato nemmeno sforzandoci. È così che, nel video di Volare, Rovazzi prende una decisione condivisibile, tentando di smettere di farsi odiare attraverso un gesto ragionevole: rapire Anna, la moglie di Gianni Morandi, per costringerlo a cantare insieme a lui! Insomma: con l’ingresso nel mondo del cinema, la carriera di Fabio Rovazzi si mantiene politicamente scorretta al 100%.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky