04 settembre 2017

Al Festival di Venezia, l’attenzione è tutta per George e Amal

print-icon
geo

George e Amal tornano sul “luogo del reato”. Venezia, la città in cui nel 2014 sono diventati marito e moglie, è oggi location del loro primo red carpet da genitori. In laguna, infatti, i due sono arrivati con Ella e Alexander. E la stampa era tutta per loro

George Clooney e Amal Alamuddin conquistano il Festival di Venezia. Lo fanno con la loro impeccabile classe, con gli outfit perfetti. E con il sorriso di due persone che, solo un paio di mesi fa, sono diventati genitori per la prima volta.

Un red carpet da… First Family!

A Venezia sono arrivati anche loro: Ella e Alexander. I gemellini, nati lo scorso 6 giugno e vestiti da gondolieri in onore della città, sono giunti in laguna con mamma Amal (Alamuddin) e papà George (Clooney), che al Festival ha presentato Suburbicon, film da lui diretto e con protagonisti Matt Damon e Julianne Moore. Location scelta dai due, l’Hotel Belmond Cipriani alla Giudecca, dove – con un lussuoso van privato – hanno operato una sorta di piccolo trasloco, col guardaroba per tutta la famiglia e il necessaire per la cura dei neonati. Fin dall’arrivo di George e Amal, è scattata la caccia alla coppia. Che, lo scorso giovedì, ha cenato all’Hotel Danieli in Riva degli Schiavoni e, il giorno successivo, al Da Ivo: qui, l’attore e l’avvocato libanese sono arrivati col loro taxi boat “Amore”, dopo aver prenotato in cinque diversi ristoranti per depistare giornalisti e paparazzi. Mano nella mano, nella giornata di sabato, George Clooney e Amal Alamuddin hanno calcato il red carpet del Festival di Venezia. E sembravano davvero il Presidente degli Stati Uniti e la sua First Lady. Del resto, dopo le vacanze sul lago di Como in cui erano apparsi piuttosto stanchi, a Venezia – i due – si sono mostrati in forma strepitosa. Amal, in lungo abito lilla in chiffon di seta; George, col suo classico smoking nero. Lasciati alla tata i piccoli Ella e Alexander, i neogenitori hanno sfilato a favore di paparazzo. Con le fan accalcate per una foto, o un autografo al divo. Che, secondo la scienza, avrebbe il viso più bello del mondo. E che, come al solito, si è dimostrato super disponibile con tutti.  Al contrario di Matt Damon – che ha tirato dritto davanti ai fan – e di Julianne Moore, che ha concesso solo qualche sorriso di circostanza, Clooney si infatti è fermato davanti ai suoi ammiratori e ai paparazzi, a cui ha anche concesso divertenti smorfie dando sfoggio della sua proverbiale dote comica.

Tra il cibo e gli amici

Ma, a Venezia, per George Clooney non c’è stato solamente il red carpet. Ci sono state anche le occasioni mondane, e le reunion con gli amici. Dopo la presentazione di Suburbicon, insieme all’amico e collega Matt Damon, George è stato protagonista del buffet allestito alla Terrazza, dove ha mostrato grande apprezzamento per i finger food di Tino Vettorello, chef ufficiale del Festival di Venezia da ormai 10 anni. Gamberi in saor, crostini al baccalà, riso venere con i gamberi: l’attore ha assaggiato tutto con gusto, sorseggiando calici di ottimo prosecco. Sempre con Matt Damon, poi, è stato ospite del ristorante Da Ivo. All’uscita dal locale, un elegantissimo George è stato sorpreso in compagnia della moglie Amal - splendida nel suo lungo abito color blu elettrico –, intento a salire sul taxi boat guidato dal condottiero di fiducia della coppia.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky