Caricamento in corso...
06 settembre 2017

Jim Carrey: in forma dopo la depressione

print-icon
Jim Carrey

La vita non è mai stata tenera con Jim Carrey, che ha sofferto sia prima sia dopo aver scalato il successo a Hollywood. Dopo anni passati a lottare con tragedie e depressione però, adesso sembra essere un’altra persona.

Al Festival di Venezia è presente anche Jim Carrey, lo straordinario attore canadese che ha presentato fuori concorso il film in cui interpreta se stesso, Jim & Andy, di Chris Smith.

Jim & Andy

È un Jim Carrey nuovo, più maturo e consapevole quello che vediamo nel film documentario di Chris Smith, Jim & Andy, presentato fuori concorso a Venezia 74. Un uomo che oggi ha 55 anni e che, dopo tanto tempo passato a lottare con se stesso e con la malattia, adesso ha finalmente il coraggio e la capacità di raccontarsi a tutto tondo, non nascondendo nulla del suo passato, a volte anche un po’ ingombrante. Il film documentario –il cui nome completo è Jim & Andy: the Great Beyond – the story of Jim Carrey & Andy Kaufman with a very special, contractually obligated mention of Tony Clifton – mostra tre diversi Jim Carrey, che si raccontano senza remore davanti la telecamera di Chris Smith. Così scopriamo che da ragazzo Jim voleva sì entrare a Hollywood, ma per distruggerlo completamente: “Da giovane volevo diventare un attore, avere successo ma non volevo essere parte di quel sistema, volevo distruggere Hollywood e quelli che al cinema hanno sempre la risposta pronta, tipo Clint Eastwood, prendere in giro i leader del cinema. Sono sempre stato sovversivo in questo senso. L'onestà è sovversiva nella città delle maschere. E quando uno è autentico come sono io, è difficile per gli altri indossare una maschera”. Attore eclettico e straordinario, Jim Carrey ha sempre fuso la sua identità con quella dei personaggi che ha avuto occasione di interpretare nella sua vita. Una vita passata a far ridere le persone ma anche a cercare di mascherare un enorme disagio interiore e una grande tristezza, a partire dalla morte di suo padre.

Una vita segnata dalla sofferenza

Il padre di Jim Carrey, l’uomo cui più l’attore voleva assistesse al suo successo, è morto solo dopo qualche giorno l’uscita di The Mask – tanto che, simbolicamente, Jim ha infilato nella sua tomba un assegno da 10mila dollari. Se infatti pensate che, essendo un attore di Hollywood tutto per lui sia stato facile, vi sbagliate di grosso. Da piccolo Jim Carrey ha vissuto nella povertà più assoluta, e un periodo addirittura la sua famiglia aveva perso la casa ed erano andati a vivere in un furgone situato nel giardino di un parente. Jim si è trasferito a Los Angeles con pochi soldi in tasca e da lì ha iniziato a esibirsi per fare il comico: dopo tanto penare ci è riuscito ed è riuscito a sfondare nel magico mondo di Hollywood, dove è sempre stato un po’ un outsider. La sua vita però, è sempre stata difficile e piena di tragedia: l’ultima ha visto la sua ex fidanzata, Cathriona White, togliersi la vita dopo essere stata lasciata dall’attore. Una vicenda terribile, che è stata un altro duro colpo per Jim Carrey, che è stato denunciato e portato in tribunale dall’ex marito di Cathriona White e dalla madre per il gesto della truccatrice. La prossima udienza si terrà nel 2018.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky