Caricamento in corso...
14 settembre 2017

Bella Hadid difende una fotografa spinta dal bodyguard: "Non toccarla"

print-icon
Bella Hadid alla sfilata di Michael Kors

Se c’è una cosa che Bella Hadid non sopporta è la violenza, specialmente contro le donne. Per questo quando un suo bodyguard ha messo le mani addosso a una fotografa, è subito intervenuta in sua difesa.

L’eroina del giorno è sicuramente Bella Hadid, che a New York è intervenuta in maniera molto dura per difendere una fotografa attaccata dalla sua sicurezza.

“Non toccarla”: l’urlo di Bella Hadid

Se qualcuno aveva una pessima opinione di Bella Hadid, oggi farà bene a ricredersi: la supermodella, che tanti ritengono snob e troppo piena di sé, è intervenuta molto duramente per difendere una fotografa – una donna come lei – dall’atteggiamento troppo aggressivo di un suo bodyguard. Bella Hadid aveva appena lasciato lo show di Michael Kors alla New York Fashion Week e, come al solito, era inseguita da fotografi che cercavano di immortalarla nei loro scatti. Intorno alla modella un fitto cordone di agenti della sicurezza, che però sono subito saltati all’occhio per l’atteggiamento aggressivo tenuto nei confronti dei fotografi presenti sulla scena. Un uomo e una donna in particolare sembravano furiosi con i giornalisti e continuavano ad urlare a tutti di spostarsi – una scena così surreale che persino i reporter si sono messi a ridere a un certo punto per la veemenza delle loro parole. In mezzo Bella Hadid, vestita con una minigonna rossa e un blazer dello stesso colore, che camminava palesemente infastidita dall’atteggiamento degli agenti di sicurezza che la stavano scortando. La modella, molto scocciata da quella situazione, è esplosa quando il bodyguard con il temperamento più impetuoso ha iniziato a spingere e strattonare i fotografi, allontanando una ragazza in malo modo. “Non la toccare!”, ha urlato la modella rivolta all’uomo. E, avvicinandosi poi alla donna, le ha chiesto se stava bene. L’agente di sicurezza ha provato a difendersi dicendo di non averle messo le mani addosso, ma Bella Hadid non ha voluto sentire ragioni, e ha continuato a dirgli di non toccare la ragazza.

La solidarietà è la cosa più importante

Nonostante la giovane età, Bella Hadid sa perfettamente da che parte stare e che opinioni avere su certe questioni. La modella fa parte di quella nuova generazione di ragazze che del “girl power” ha fatto il suo motto principale: le sue amiche sono il suo pilastro e la sua forza, e il concetto di “solidarietà femminile” le è ben chiaro in testa. E lo ha dimostrato anche recentemente alla sfilata di Anna Sui per la New York Fashion Week, quando ha aiutato sua sorella Gigi in passerella perché aveva appena avuto un incidente con una calzatura. Incurante di quello che avrebbe pensato la stilista, non ci ha pensato due volte a sorreggere Gigi, rinunciando alla perfezione sulla catwalk per essere di supporto a una persona in difficoltà. Quante modelle avrebbero fatto la stessa cosa? Probabilmente non molte.

L’aggressione a Milano

Lo scorso anno, dopo il Fashion Show di Milano, Bella Hadid ha assistito all’attacco di un disturbatore a sua sorella Gigi: l’uomo si è avvicinato, riuscendo a evitare il cordone di sicurezza e i bodyguard, e ha afferrato la modella, prendendola in braccio e sollevandola. Subito Gigi ha sferrato un pugno al volto del ragazzo – che è stato ovviamente denunciato – e Bella è accorsa in suo soccorso, incredula per quanto era accaduto. Insomma, non conviene scherzare con Gigi e Bella Hadid, perché sono due ragazze che sanno il fatto loro.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky