20 settembre 2017

IT, il produttore risponde ai clown infuriati: "Dovreste ringraziarci!"

print-icon
IT Pennywise

Non è ancora uscito e già sta facendo parlare parecchio di sé: IT, il film tratto dal capolavoro di Stephen King ha scatenato l’ira dei clown professionisti. Il regista Andy Muschietti ha deciso di rispondere alle lamentele.

Domani uscirà in tutte le sale italiane IT, il film diretto da Andy Muschietti tratto dal libro di Stephen King. Negli Stati Uniti è già IT mania ma i clown professionisti si sono arrabbiati con la produzione del film, lamentando una riduzione del lavoro, a causa della paura instillata nei bambini.

La risposta del regista

Il regista Andy Muschietti però non ha mandato giù le accuse dei clown e ha deciso di rispondere per le rime. Muschietti ha dichiarato che i bambini hanno sempre avuto paura dei clown, anche prima del film. Inoltre, ha precisato il regista, ci sono clown che fanno paura e clown che mettono allegria, quindi sono gli stessi clown che devono decidere che tipologia di pagliaccio vogliono essere. E poi i clown dovrebbero essere grati alla pubblicità che il film sta facendo alla loro professione! Non è la prima volta che c’è una rivolta dei clown, già diversi mesi fa, in occasione dell’uscita del trailer negli Stati Uniti, alcuni clown professionisti si erano rivolti proprio a Stephen King, l’autore del romanzo horror, accusandolo di aver fatto scendere le richieste per il loro lavoro. Anche in quel caso, lo scrittore aveva risposto che la paura dei clown esiste da sempre e che i bambini hanno sempre avuto terrore dei clown. IT era già diventato una miniserie televisiva negli anni ’90, diretta da Tommy Lee Wallace con Tim Curry nel ruolo di Pennywise, il clown cattivo. Da quando il film è uscito negli Stati Uniti, le città e le sale cinematografiche si stanno riempendo di clown. Nel primo weekend di programmazione, il film ha incassato già 117,2 milioni di dollari e si appresta a fare il botto anche qui in Italia.

L’horror più inquietante di sempre

IT racconta la storia di un gruppo di ragazzi presi di mira da alcuni bulli della scuola, che decidono di mettersi insieme nel “Club dei Perdenti”. Dopo la scomparsa misteriosa di alcuni bambini, tra cui George, fratello di uno dei ragazzi bullizzati, il gruppo si mette alla ricerca dei bambini spariti nel nulla. Bill Denbrough è il fratello maggiore di George, mentre gli altri componenti della banda sono Ben, Richie, Stan, Mike, Eddie e Beverly, unica ragazza del gruppo. Nel corso delle loro ricerche si imbattono in Pennywise, un clown maligno e sadico, che diventerà il loro incubo. In questa nuova versione, il clown è interpretato dall’attore svedese Bill Skarsgård. A guardarlo senza trucco è un tranquillissimo – e anche molto affascinante – ragazzo della porta accanto. Skarsgård ha accettato subito di trasformarsi nel cattivissimo Pennywise, nonostante non avesse mai recitato prima come protagonista di un film e, farlo in una pellicola così importante, l’ha davvero stimolato e spinto a lanciarsi nella sfida. Rispetto al libro, ambientato su due differenti piani temporali – il 1957/1958 e il 1984/1985 – con continui andirivieni tra i due periodi storici, nel film c’è una separazione netta tra i due periodi. Nella pellicola in uscita domani l’ambientazione è tutta nel primo periodo, con i protagonisti bambini, la seconda parte sarà sviluppata in un secondo film, che non è ancora stato girato. Siete pronti all’invasione dei clown?

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky