21 settembre 2017

Dakota Johnson: la sua vita tra sensualità, pantofole e mentine

print-icon
Dakota Johnson: la sua vita tra sensualità, pantofole e mentine

Ai più, Dakota Johnson è nata per il ruolo di Anastasia nella saga delle Cinquanta sfumature. La sua vita reale, però, è del tutto lontana dalle perversioni sessuali che inscena sullo schermo. Perché alla follia, Dakota, preferisce le pantofole

Dakota Johnson è cresciuta nel mondo del cinema. Figlia di Melanie Griffith e di Don Johnson, ha ottenuto il suo ruolo più importante a 25 anni, quando è stata scritturata per Cinquanta sfumature di grigio, tratto dall’omonimo best seller letterario. A cui sono seguiti gli altri due capitoli, Cinquanta sfumature di nero e Cinquanta sfumature di rosso. Ma com’è Dakota Johnson, una volta smessi i panni di Anastasia?

Le scene di sesso

Sul lavoro, Dakota Johnson non ha certo paura di osare. A cominciare proprio dal ruolo di Anastasia Steele, la “sottomessa” che poi prende il sopravvento nella saga delle Cinquanta sfumature. Qui, la 27enne recita al fianco di Jamie Dornan – Christian Grey. Di cui è diventata molto amica, sebbene tra loro – ogni volta – la tensione fosse presente. Del resto, girare scene di sesso e atti sadomas, non sarebbe semplice per nessuno… «Mi preparo con uno shot di whisky e delle mentine. Mentre Jamie fa… le flessioni! La nostra amicizia mi ha aiutato parecchio quando abbiamo girato le scene più intime», ha dichiarato a Io Donna. Spiegando di aver accettato il ruolo di Anastasia Steele per la trasformazione che vive nel corso del film dove, da ragazzina ingenua e sprovveduta, diventa una donna impegnata nella scoperta del sesso. Interrogata sul motivo per cui, nelle scene più hot, sembri perfettamente a suo agio, Dakota Johnson risponde: «devo ringraziare mia madre che, fin da piccola, mi ha insegnato che il corpo della donna è bello, e che non c’è nulla di sbagliato nel mostrarlo». Anche se, mamma Melanie e papà Don, probabilmente quei suoi film non li vorranno mai vedere. «Sarebbe inappropriato», confessa Dakota. Sebbene – dica -, i suoi genitori non la giudichino in base ai progetti scelti sul set, ma in base ai comportamenti che tiene nella sua vita privata.

Un’attrice riservata

Nuova testimonial del brand Intimissimi, Dakota – a dispetto del ruolo interpretato in Cinquanta sfumature -, in realtà, non ha una vita particolarmente vivace. Al giornalista, che le chiede come siano cambiati i suoi rapporti con gli uomini, risponde: «Mi piacerebbe saperlo, se solo uscissi di casa qualche volta! Sono una casalinga, una pantofolaia: mi piace molto starmene a casa coi miei amici, piuttosto che uscire a mostrami in pubblico». Del resto, Dakota, non è una di quelle attrici che amano apparire o saltare da un party all’altro. Non è neppure interessata ai social media: «il mio lavoro è recitare, e forse un giorno produrre e dirigere film. Non ho bisogno che tutti capiscano chi sono veramente: perderei l’ultima fetta di privacy», dichiara nel corso dell’intervista. Intervista durante la quale non si scompone mai, neppure quando le viene chiesto quale sia il suo sex toy preferito. «Ma questa è una domanda davvero inappropriata! Ma se proprio ci tiene a saperlo, non ne ho uno in particolare», risponde ridendo. Un po’ come farebbe Anastasia Steele, che ai sex toys si appassiona per amore. Ma che, in fondo, rimane sempre la ragazzina dalla famiglia semplice, commessa di un negozio di articoli elettrici. Una ragazzina per cui, le fascette da elettricista sono – appunto - fascette da elettricista. E nulla più.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky