Caricamento in corso...
28 settembre 2017

Bella Hadid: "Io e Gigi non siamo in competizione"

print-icon
Bella Hadid, Gigi e Hailey Baldwin

A volte capita che tra sorelle corra un po’ di gelosia, ma questo non è il caso di Bella e Gigi Hadid. Pronte a mangiarsi l’universo, non possono entrare in competizione perché “al mondo c’è abbastanza lavoro per entrambe” (beate loro).

Una mora e l’altra bionda, una lavora con Chrome Hearts e una con Tommy Hilfilger, una è single l’altra fidanzata con l’ex bad boy degli One Direction Zayn Malik: ovviamente stiamo parlando delle sorelle della moda, Bella e Gigi Hadid.

Quale gelosia?

Segni particolari: bellissime. Bella e Gigi Hadid hanno conquistato tutte le passerelle delle Fashion Week del mese e hanno dato – se possibile – un’ulteriore spinta propulsiva alla loro già promettente carriera. Entrambe sono molto richieste dagli stilisti e c’è chi farebbe carte false per averle in passerella: soprattutto in coppia, sono un fattore di certezza per l’ottimo andamento della collezione nei mesi a venire. Nonostante questo, spesso c’è chi ama mettere in giro delle voci poco carine sul loro conto, e spesso alcuni hanno cercato di porre l’accento sulla presunta competizione tra le due: competizione, che Bella Hadid ha rispedito con decisione al mittente. “La maggior parte delle volte i nostri mercati sono molto differenti – ha spiegato Bella Hadid – E se ci prenotiamo per un lavoro e lei viene presa o io vengo presa, siamo felici per l’altra. C’è abbastanza lavoro in questo mondo per tutte e due. Non c’è quindi motivo di essere competitive o di arrabbiarsi. Se prendono lei sono contenta”. E poi a Bella Hadid piace guardare il lato positivo: “Siamo in famiglia, quindi (se prendono lei, N.d.R.) mi compra un paio di scarpe”.

Non un lavoro come tanti

Bella Hadid adora il suo lavoro di modella: il suo sogno era in realtà quello di fare la cavallerizza professionista, ma a causa della malattia di Lyme ha dovuto rinunciare e “ripiegare” sul mondo della moda. Spesso le viene contestato che quello della mannequin non è un vero lavoro, e che soprattutto non è affatto pesante come altre professioni. “Ognuno ha un’opinione diversa di quello che vuol dire duro lavoro. Alla fine della giornata, se sei esausto, vuol dire che hai lavorato duro. E io sono stanca la maggior parte delle volte”. La cosa che conta in questo lavoro, oltre alla bellezza estetica, è la personalità: come le ha insegnato la madre Yolanda, di ragazze è pieno il mondo, e se non sei quella che s’impegna di più non puoi andare molto avanti in questo campo. “La cosa bella del periodo in cui viviamo, è che non si basa tutto sul viso. Devi essere molto più di questo. Devi avere una tua personalità ed essere in grado di sostenere una conversazione, e non essere un volto inespressivo”.

Una ragazza come tante

Nonostante Bella Hadid sia una modella che a soli vent’anni viaggia per tutto il mondo, in più di un’occasione ha affermato di sentirsi esattamente come tutte le ragazze della sua età. “Sono molto empatica. Sono emotiva ma anche molto forte. Mi batto per me stessa ma piango per ogni cosa”. C’è una cosa che però Bella Hadid non sopporta, ed è la spirale di odio e critiche che investe le donne quando si tratta del loro corpo. “Ed è per questo che le teenagers devono sapere che sei quel che sei e questo è la miglior cosa che ti potesse capitare”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky