03 ottobre 2017

Ruth e May Bell: sono loro le nuove Hadid?

print-icon
Ruth e May Bell: sono loro le nuove Hadid?

Dopo le sorelle Bella e Gigi Hadid, il mondo della moda ha due protagoniste in più. E, questa volta, si tratta di due gemelle. Loro sono Ruth e May Bell, e non potrebbero essere più diverse. A cominciare dal look

Altro che Bella e Gigi Hadid: il mondo della moda è ai piedi di Ruth e May Bell. Gemelle originarie del Kent, in Inghilterra, hanno 21 anni e – seppure perfettamente identiche nei lineamenti – nel look sono agli antipodi. L’una, May, è super femminile; l’altra, Ruth, è portavoce di una bellezza che scavalca il genere.

Di somiglianze, e differenze

Nonostante siano sulle passerelle solamente da un paio d’anni, Ruth e May Bell sono tra i volti più richiesti del mondo della moda. Muse di Dior, Burberry e di Heidi Slimane per Saint Laurent, sono due gemelle dai tratti identici. Solo, Ruth ha il volto un poco più pieno, mentre May ha una piccola voglia sul collo. E, soprattutto, se la prima i capelli biondo cenere li porta corti alla garçonne, la seconda li ha invece lisci e lunghissimi, quasi romantici. Con la loro bellezza delicata, stanno piano piano rubando la scena alle sorelle Bella e Gigi Hadid. Seppure, nei loro sogni di bambine, non ci fosse il desiderio di calcare le passerelle. Ruth voleva diventare pilota d’aerei, May sperava di diventare paramedico su di un’ambulanza. Invece, oggi, eccole protagoniste di primo piano del mondo della moda. Inglesi del Kent, nate nel 1996, le due sono state scoperte da Elite nel 2013 e, solo qualche mese dopo, hanno posato per la campagna di Topshop Summer of Love e per il brand sudcoreano Reneevon. E se – dapprima - con le loro chiome lunghe erano indistinguibili, nel 2015 tutto cambiò. Per la campagna di Alexander McQueen, Ruth decise di rasarsi a zero e di donare i suoi capelli all’associazione Princess Trust Charity, che si occupa di realizzare parrucche per bambini sottoposti a chemioterapia. Fu in quel momento, che Ruth e May Bell smisero di essere una cosa sola, e iniziarono ad essere considerate come due modelle a sé.

La carriera di Ruth

A beneficiarne, fu soprattutto Ruth. Allontanandosi dagli standard di una bellezza femminile classica, venne notata e scelta da Gucci, Versace, Lanvin. E, insieme alla gemella, andò a formare una sorta di “doppio diverso” perfetto per le campagne pubblicitarie delle Maison più innovative. Dior, ad esempio, le ha messe davanti all’obbiettivo di Brigitte Lacombe per la campagna Primavera/Estate 2017. E, come ha spiegato Maria Grazia Chiuri, quella scelta è stata dettata dalla precisa volontà di superare le categorie. «Non ho pensato alle categorie del maschio/femmina, giovane/vecchio, ragione/sentimento. Sono una femminista, e credo che oggi più che mai vada ribadita l’importanza della pari opportunità», ha dichiarato la stilista. Portavoce di una bellezza non convenzionale, Ruth Bell – come del resto anche la sorella – ha un che di efebico. Scelta da Hadi Slimane per la collezione Cruise 2016 di Saint Laurent, nonostante lo stilista ami avere testimonial “in esclusiva”, è stata fotografata col volto imbronciato. E ha conquistato gli addetti ai lavori. Ma non calca solo le passerelle, Ruth Bell. Da LOVE magazine a Vogue Paris, fino a Dazed & Confused, Ruth è stata in questi anni protagonista di moltissimi editoriali. Nonostante, dopo aver preso parte alle varie Fashion Week, abbia dichiarato che – tutto quello che le interessa ora – è dormire il più possibile. Ed è proprio questo, il suo bello: la totale inconsapevolezza del ruolo che – nel mondo della moda – sta rivestendo.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky