10 ottobre 2017

Dismorfofobia, cos'è il disturbo di cui soffre Kim Kardashian

print-icon
Kim Kardashian

Non deve essere bello essere sempre nel mirino degli haters, che controllano ogni centimetro del tuo corpo per vedere se trovano qualcosa su cui puntare il dito: ed è proprio questo che ha portato Kim Kardashian a sviluppare una grave patologia.

Ogni persona ha le sue ansie e le sue paure, e l’appartenere alla categoria privilegiata delle star di Hollywood non è purtroppo un deterrente. Tanto che persino Kim Kardashian, una delle donne più potenti del mondo, ha i suoi crucci e le sue insicurezze.

Le insicurezze di Kim Kardashian

È molto comune tra le donne avere una visione distorta del proprio fisico: la pressione esterna che spinge tutte – in modo assolutamente ingiusto – a tendere verso la perfezione, i canoni estetici spesso irraggiungibili, il quasi dovere di essere magre, toniche e senza cellulite, porta tante ragazze ad avere problemi con il proprio corpo. Non si direbbe, ma tra queste c’è anche Kim Kardashian che, con il suo metro e sessanta d’altezza e il lato B prominente non è certo una di quelle modelle magre e longilinee a cui ci hanno abituato le pubblicità. Lungi dallo scoraggiarsi, la regina dei reality ha fatto del suo fisico a sirena – e del suo posteriore – un vero e proprio marchio di fabbrica; tanto che sono moltissime le donne che si sottopongono a numerosi interventi chirurgici per assomigliare alla moglie di Kanye West. A guardarla, si direbbe che Kim Kardashian sia una donna sicura di sé e della propria fisicità ma, come spesso accade, le persone, persino le più insospettabili, si nascondono dietro a delle maschere per non mostrare le loro più profonde insicurezze.

Cos’è la dismorfofobia

La maggior parte della gente la considera bellissima, ma Kim Kardashian è spesso oggetto di vere e proprie campagne d’odio che prendono di mira le sue forme e il suo corpo. Nell’ultima puntata del reality Al Passo con i Kardashian, Kim ha rivelato di aver sviluppato una sorta di “dismorfofobia”, ossia un disturbo che spinge le persone che ne soffrono a vedersi in modo completamente falsato rispetto alla realtà. Ciò può portare a conseguenze molto gravi, come l'avanzare di comportamenti ossessivo-compulsivi, disordini alimentari, stress, isolamento sociale e problemi sessuali. In genere si forma negli adolescenti, sia maschi sia femmine, e nei soggetti che non godono di un’alta autostima: in casi estremi, è la dismorfofobia che porta all’anoressia e alla bulimia, o anche alla schizofrenia e ai disturbi d’identità. Questa patologia può essere curata ovviamente rivolgendosi alle persone competenti in materia, attraverso un percorso soprattutto psicologico che lavora sul soggetto affetto dalla patologia.

La situazione di Kim Kardashian

A quanto pare anche Kim Kardashian soffre di dismorfofobia, e sono state proprio le campagne d’odio che hanno preso di mira il suo corpo a fargliela sviluppare. Soprattutto nel caso delle ormai chiacchieratissime foto scattate in Messico – che l’hanno mostrata un po’ appesantita e con un filo di buccia d’arancia – Kim ha avuto un vero e proprio attacco di panico (ripreso ovviamente dalle onnipresenti telecamere). «Ti fanno delle foto e poi le persone fanno letteralmente del body shaming su di te – ha detto la regina dei reality – Questo mi ha fatto iniziare a soffrire di dismorfofobia fisica. Sono diventata davvero molto insicura».

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky