Caricamento in corso...
23 ottobre 2017

George e Amal Clooney incantano (con suocera) alla prima di Suburbicon

print-icon
George e Amal Clooney con Baria Alamuddin

Alla premier di Suburbicon tutti gli occhi erano per loro: i bellissimi George Clooney e Amal Alamuddin si sono fatti notare non solo per l’eleganza, ma anche per la felicità che traspariva dai loro occhi.

Incantano come sempre George Clooney e Amal Alamuddin che, alla premier di Suburbicon, si sono presentati mano nella mano – e con suocera al seguito.

Incanto sul red carpet

Si dice che dopo la nascita dei gemelli non abbiano praticamente più il tempo nemmeno di respirare, ma questo non ha impedito a George Clooney e Amal Alamuddin di essere magnifici sul red carpet della premier di Suburbicon a Los Angeles, film diretto dall’attore. L’avvocata ha optato per un lungo abito bianco e azzurro che le ha lasciato le spalle scoperte, mentre il neo papà ha sfoggiato un semplice completo nero senza cravatta. I volti sono distesi e rilassati – e il fisico di Amal smagliante – e mostrano tutta la felicità della nuova vita da genitori. Insieme a loro, anche la madre di Amal, Baria Alamuddin, che si è presentata sul red carpet di Suburbicon con un abito verde bottiglia: la somiglianza tra le due donne è incredibile ed è scontato da chi l’avvocata abbia preso la sua straordinaria bellezza. Suburbicon è una pellicola originariamente scritta dai fratelli Coen nel 1986, e narra di un uomo che vive un’esistenza tranquilla e ordinaria nell’omonima cittadina, trovandosi invischiato suo malgrado in una spirale di crimine e violenza. Nel 2005 è stato annunciato che sarebbe stato George Clooney a dirigere il film, che uscirà nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 14 dicembre 2017.

George Clooney sullo scandalo Weinstein

Alla premier di Suburbicon, George Clooney ha tenuto un discorso contro Harvey Weinstein, l’ex capo della Miramax Films denunciato da decine di attrici che lo accusano di molestie e violenze sessuali. «Bisogna sperare che ci sia un prima e un dopo. Abbiamo visto il prima del prima, lo abbiamo visto con Billy O'Reilly che ha pagato 32 milioni di dollari per far sparire tutto ed è stato assunto di nuovo per un contratto da 24 milioni di dollari subito dopo. Abbiamo visto le storie di Bill Cosby, abbiamo il presidente degli Stati Uniti che ci dice esattamente cosa fa, cose già viste e riviste. La gente adora dire che è Hollywood e tu rispondi: “beh, è dappertutto”. Hollywood, perché è gente famosa che ne parla, ma è dappertutto». George Clooney però ha anche detto che non era a conoscenza dei comportamenti di Harvey Weinstein, con cui ha lavorato in passato, e di non avere avuto nessun sentore di ciò che erano costrette a patire le attrici che si trovavano a dover avere a che fare con lui: «Conosco Harvey da 20 anni. Mi ha dato la mia prima grande possibilità come regista con “Confessioni di una mente pericolosa”. Abbiamo cenato, abbiamo fatto sopralluoghi insieme, abbiamo litigato. Ma posso dire di non aver mai visto nessuno di questi comportamenti. Mai», ha detto l’attore, aggiungendo che trova Weinstein indifendibile.

La vita da papà

Ex scapolo d’oro di Hollywood, dopo numerosi fidanzamenti anche lunghi George Clooney ha deciso di “mettere la testa a posto” con la bellissima Amal Alamuddin, con la quale ha avuto due gemelli, Ella e Alexander. Com’è l’attore in versione papà? A quanto dicono gli amici della coppia, premuroso e felice, e non c’è niente che non farebbe per i due piccoli.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky