Caricamento in corso...
31 ottobre 2017

Miley Cyrus: "Vi racconto com'era essere Hannah Montana"

print-icon
Miley Cyrus: "Vi racconto com'era essere Hannah Montana"

Sotto quella mirabolante parrucca c’era sempre lei, Miley Cyrus. Nel corso della sua ultima, toccante intervista, la country popstar di “Younger Now” ha rivelato tutte le piccole, grandi sfide quotidiane di un’icona Disney amata da tutti, ma proprio tutti: Hannah Montana. Com’era interpretarla?

Chiunque sarebbe stato sedotto e affascinato dalla ricchezza delle parrucche e dei costumi di Hannah Montana, soprattutto una bambina di 13 anni com’era Miley ai tempi. Lei, che ha interpretato la star del country pop dal 2006 al 2011, riflette sulla sua esperienza di icona Disney e, col senno di adesso, ritiene che sia stata una sfida un po’ troppo grande per una ragazzina.

Miley Cyrus ricorda Hannah Montana

Nel corso di un’intervista per il CBS Sunday Morning, Miley Cyrus ha espresso i suoi dubbi e le sue insicurezze sul ruolo che, grazie alla Disney, l’ha proiettata nel firmamento della musica: quello di Hannah Montana, la teenager con due vite che indossava una parrucca per andare a cantare. Pur essendo grata al programma per quello che ha saputo fare della sua carriera, Miley punta il dito contro la pressione e la tensione a cui era stata sottoposta quando era così giovane. «Il peso che avevo sulle spalle era davvero parecchio. Dovevo andare a scuola e al tempo stesso sottopormi a interminabili sessioni di make-up,» racconta Miley, che il prossimo mese compirà 25 anni.

«Mi vestivano, sapete come, con la parrucca e gli abiti di lustrini. Era tutto un po’ strano per una bambina, un po’ come quei programmi dove le mamme mandano i loro figli, truccati e imbellettati, ai concorsi di bellezza». Se ricordate lo show, la bella popstar interpretava il ruolo di Miley Stewart, la ragazza con una doppia vita da cantante country. Insieme a lei, presenza solida e porto sicuro, il papà Billy Ray Cyrus, presenza essenziale per la sua crescita. «Penso che le persone amassero Hannah Montana perché aveva qualcosa di autentico, perché sotto di lei c’ero io. Ho amato ogni istante dell’essere lei, anche se a volte qualcuno si dimenticava della differenza tra il personaggio e la persona. Però io amavo Hannah Montana, e anche gli altri piano piano hanno imparato ad amarla quanto me. È stato questo a renderla famosa».

Musica per bambini, ma non solo

Miley Cyrus è ancora pazzamente innamorata della sua Hannah Montana: «Era musica grandiosa per i bambini che volevano ascoltarla. C’era una canzone chiamata “Life’s What You Make it, so let’s make it Rock” [La vita è quello che vuoi sia, quindi facciamola diventare grandiosa] che conteneva un significato molto saggio. Ed è il miglior messaggio che si potesse comunicare a un bambino». La sua vita si è complicata davvero, però, quando ha cominciato ad andare in tour sia come se stessa che come Hannah Montana. «Era così difficile, facevo contemporaneamente i tour di Hannah Montana e i miei. Penso che sia quello sdoppiamento ad avermi resa l’adulto che sono adesso! Forse sono un così strana, e ho sofferto parecchio, anche per quell’evento un po’ traumatico». L’intervista celebra un nuovo traguardo di Miley, che pochi giorni fa ha rilasciato due nuovi singoli, “Bad Mood” e “Wildflowers”.

 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky