Caricamento in corso...
07 novembre 2017

Gal Gadot: "Ecco cosa significa Wonder Woman per le donne"

print-icon
Gal Gadot: "Ecco cosa significa Wonder Woman per le donne"

Non importa quello che si dice di Wonder Woman, il suo personaggio ha ispirato milioni di donne e di uomini in giro per il mondo anche quando Gal Gadot non era ancora stata scelta per impersonarla. Ad affermarlo ci pensa l’attrice stessa, ex Miss Israele, ex soldatessa, mamma coraggiosa e soprattutto un simbolo di forza ed emancipazione per le donne di tutto il mondo.

Wonder Woman non ha mai smesso di essere un’eroina, neanche quando si è tolta la maschera e ha lasciato spazio a Gal Gadot, che comunque in qualità di persona e attrice ci va molto vicino, al concetto di superdonna.

Gal Gadot: un’eroina per tutte le donne

Nel corso di un’intervista per il Variety, Gal Gadot aveva aperto uno spiraglio sulla sua infanzia e, soprattutto, sulla percezione collettiva del concetto di eroe – di solito strettamente legata ad una figura maschile. «Mentre crescevo, i miei idoli erano Superman e Batman. E non solo per me: per tutti i ragazzi e per tutte le ragazze, non avevamo nient’altro che loro,» racconta Gal, che con la sua interpretazione è diventata parte di un meraviglioso cambiamento: «Penso che sia importantissimo che le ragazze possano guardare la televisione e avere davanti anche esempi di figure femminili forti. Wonder Woman è adattissima allo scopo… Finalmente, dopo 75 anni dalla creazione di questo personaggio, ha avuto un film tutto per sé». A suo avviso, Wonder Woman è la donna che riesce a tenere insieme la Justice League, il tassello mancante che rinnova la percezione degli eroi DC: «Sin da subito, secondo me, Wonder Woman doveva essere il collante capace di tenere insieme il team: volevo che il mio personaggio ricalcasse alla perfezione quello del film che ho appena girato e che è piaciuto tanto». Per lei non si tratta tanto della forza inarrestabile o delle capacità di combattimento che tengono in scacco eserciti interi: «Una delle qualità più speciali di Wonder Woman, è che le importa davvero tanto delle persone che la circondano. Ho cercato di rendere Diana una donna che fungesse da mediatrice per il gruppo. Volevo che il mio personaggio di facesse sentire tutti più forti, amati e soprattutto capaci di cambiare il mondo».

Eroina anche senza la Justice League

Parlando con Elle, Gal Gadot ha espresso i suoi dubbi e le sue idee in merito all’annoso argomento delle donne “forti” ritratte dal mondo della cinematografia. Per lei, “forza” ha un significato molto preciso: «Da anni si parla, a Hollywood, di questo difficile argomento. È difficile che un personaggio femminile possa essere forte, indipendente e al tempo stesso “pulito”,» racconta Gal, «Molte persone partono dal preconcetto che ciò che rende una donna forte sono le tragedie che hanno costellato la sua vita. La gente confonde la forza con lo stare sulla difensiva. E mi chiedevo: ‘Perché Wonder Woman dovrebbe starsene sulla difensiva? Si fida delle persone, non le serve essere arrabbiata’. Dà per scontato che trattando le persone con educazione, riceverà lo stesso dagli altri. Non c’è bisogno di renderla aggressiva.»

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky