Caricamento in corso...
08 novembre 2017

Julia Roberts contro il bullismo: al cinema per dire no ai pregiudizi

print-icon
Julia Roberts bullismo

Julia Roberts si è schierata apertamente contro il bullismo ed è diventata la protagonista del film Wonder, tratto dall’omonimo libro. L’impegno sociale della star ha colpito tutti e la sua devozione alla causa è stata straordinaria: ecco tutti i dettagli.

Julia Roberts è diventata famosa per aver recitato nel suo film d’esordio Pretty Woman: da allora però la sua carriera l’ha portata su tante strade diverse, fino a diventare una delle attrici più amate della storia di Hollywood. Quando si pensava che la star ormai avesse conquistato tutti i ruoli possibili, ha stupito ancora una volta il pubblico come protagonista del nuovo film Wonder che parla di bullismo.

Julia Roberts e la sua straordinaria sensibilità

Questa volta non è accaduto come per tutte le altre parti da lei interpretate: l’attrice si è innamorata prima del libro, che l’ha fatta emozionare e commuovere, poi ha deciso di chiamare il suo agente e ha messo in piedi una vera e propria impresa. Il film Wonder uscirà nei prossimi mesi, ma fonda le sue radici nel libro che dal 2012 incanta tutto il mondo. La stessa Julia Roberts si è sentita così coinvolta da non poter fare a meno di dare il proprio contributo a livello cinematografico. Così la star di Pretty Woman fa parte del cast insieme a Owen Wilson e al piccolo Jacob Tremblay ed è pronta ad emozionare tutto il mondo, esattamente come ha fatto il libro. La sua posizione contro il bullismo è sicuramente costruttiva: Julia Roberts funge da esempio per tutti e invita a combattere le battaglie sociali che permettono a tutti di vivere meglio. Insieme al regista Stephen Chbosky, la star ha lavorato affinché si creasse un film che facesse diventare le persone migliori, esattamente come il libro ha ispirato un movimento per la generosità di spirito chiamato Choose Kind. A 50 anni la Roberts si può finalmente concedere il lusso di fare un solo film all’anno, scegliendo quindi le sceneggiature che la toccano maggiormente: non ci sono stati dubbi con Wonder, la cui lettura tra l’altro ha coinvolto anche i suoi figli. La sua esperienza sul set inoltre, sembra aver dato un importante contributo anche agli altri attori e in particolare al piccolo Jacob Tremblay, che ha interpretato il protagonista Auggie e che ha ringraziato molto la sua collega per avergli insegnato la gentilezza sul set.

La storia di Auggie e del bullismo subito

Il protagonista di Wonder è Auggie, August Pullman, un ragazzino di 10 anni nato con la sindrome di Treacher-Collins e diverse malformazioni al viso che l’hanno obbligato a numerosi interventi chirurgici. Auggie ha trascorso la prima parte della sua vita in famiglia, al riparo da tutto, ma ora è arrivato il momento di affrontare la scuola. In Wonder, Julia Roberts interpreta la madre del ragazzo che funge anche da protettrice e mentore del proprio figlio. Il loro rapporto è fortissimo ed è proprio lei a consolarlo quando qualcosa non va, a spronarlo a non avere paura e ad affrontare le difficoltà della vita, tra cui appunto il bullismo subito dai compagni. Julia Roberts ha preso molto seriamente questo film e ha rivelato che tratta queste tematiche spesso anche con i propri figli, nella vita reale. Il suo obiettivo in questa interpretazione è quello di diffondere il dialogo su questi argomenti e ricordare che ogni giorno ci sono vittime di bullismo in ogni contesto sociale: è compito degli adulti far sì che questo non accada.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky