Caricamento in corso...
08 novembre 2017

Meryl Streep: "Vi racconto del mio passato con Dustin Hoffman"

print-icon
Meryl Streep: "Vi racconto del mio passato con Dustin Hoffman"

Tempo di archeologia! Meryl Streep ha puntato il dito contro un articolo del 1979 in cui avrebbe dichiarato, stando ai giornalisti, che il suo primo incontro con Dustin Hoffman è stato inaugurato da una palpatina al seno. Secondo l’attrice, infatti, l’affermazione è più che mai inaccurata.

La rivista “The Time” avrebbe riportato un articolo in cui Meryl Streep affermava che il suo primo incontro con Dustin Hoffman era stato inaugurato da lui che le toccava il seno. I fatti sarebbero accaduti quando, ai tempi, l’attrice si era imbattuta in uno dei provini degli spettacoli di lui.

Affermazioni sconcertanti (e smentite)

Secondo l’articolo del The Times, Meryl Streep avrebbe dichiarato: «[Dustin Hoffman] è venuto da me e mi ha detto, con un rutto: “Sono Dustin”, e poi mi ha messo una mano sul seno. Uno schifoso maiale, ho pensato lì per lì.» Parole durissime e, soprattutto, piene di un disprezzo che ha immediatamente suscitato l’attenzione dei giornalisti. Ecco perché l’E! News ha contattato la Streep poche ore fa e la risposta del suo team è stata breve, ma molto specifica: «Quell’articolo non corrisponde a verità e non descrive accuratamente le dinamiche dell’incontro che abbiamo avuto». Segue un rapido commento sulla faccenda: «Nell’articolo viene riportata un’offesa per cui Dustin si è scusato a tempo debito, e Meryl ha accettato e lo ha perdonato». Dal canto suo, Hoffman, 80, non ha mai replicato all’accusa. Nella biografia di Meryl Streep del 2016, a cura di Michael Schulman, sono riportate una serie di interazioni tra lei e Dustin Hoffman che ci permettono di avere un ritratto più accurato degli avvenimenti. Nel corso delle riprese di “Kramer contro Kramer”, per esempio, Hoffman le diede uno schiaffo e rigirò il coltello nella piaga ancora aperta, lasciata dal suo fidanzato appena morto di cancro, per suscitarle una reazione emotiva nel corso di una scena.

Chi è Dustin Hoffman?

Ora che la caccia alle streghe in Hollywood è ufficialmente aperta, le storie che si pensavano concluse riemergono, assumendo nuovi significati forse più inquietanti. Dustin Hoffman si è recentemente scusato con una scrittrice che lo aveva accusato di molestie sessuali quando lei aveva 17 anni, sul set di “Morte di un commesso viaggiatore”. Nel corso delle riprese, Anna Graham Hunter ha tenuto un diario in cui ha riportato tutte le dinamiche delle interazioni inappropriate di Dustin nei suoi confronti. La vittima, che ne ha parlato anche con l’Hollywood Reporter, ha dichiarato che all’inizio le piaceva, ma poi le cose hanno cominciato a prendere una brutta piega all’improvviso: «Flirtava con me, mi toccava il sedere. Parlava di sesso in mia presenza. Una mattina sono andata nel suo camerino per prendere l’ordine della sua colazione, e mi ha guardato sorridendo, prendendosi il suo tempo. Mi ha detto: “Vorrei un uovo sodo e un tenero clitoride”, e tutto il suo team è scoppiato a ridere. Io sono uscita dalla sua camera in silenzio, e mi sono chiusa in bagno a piangere». Dustin Hoffman ha risposto alla richiesta di spiegazioni dell’Hollywood Reporter: «Ho il massimo rispetto per le donne e mi sento molto male all’idea che qualcosa che ho fatto possa averla messa in soggezione. Mi dispiace. Quel comportamento non rispecchia chi sono davvero».

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky