22 novembre 2017

X Factor 2017: a Samuel Storm manca la sua Catania

print-icon

Durante il quarto videomessaggio condiviso con tutti i fan di X Factor 2017, Samuel Storm confessa quanto gli manchi la sua Catania: ecco quello che ci ha raccontato il 19enne nigeriano dalla voce incredibile.

In un videomessaggio a tu per tu con i fan, Samuel Storm si confida ai microfoni di X Factor 2017, rivelando una grande nostalgia per la sua Catania, la città dove è rinato e dove ha iniziato a cantare. Ecco che cosa ci ha raccontato sul suo attaccamento alla Sicilia.

Samuel Storm: “Catania mi manca tanto”

È più che comprensibile: a Samuel Storm manca moltissimo la città che lo ha ospitato dopo un lunghissimo viaggio africano. Stiamo parlando di Catania, che il ragazzo ricorda con un velo di nostalgia durante uno dei suoi ultimi videodiari, un mezzo che i concorrenti di X Factor 2017 hanno per sfogarsi e confidarsi con i fan. Il messaggio del nigeriano, a dire la verità, parte dal commento alla sua esibizione del terzo Live che, a parer suo, è stata una delle più “brutte” mai eseguite. “Ho fatto schifo” dice candidamente il 19enne dalla voce graffiante, ricordando come si era mosso sul palco sulle note di “Super rich kids” di Frank Ocean. Se vi ricordate, in effetti, Samuel aveva già espresso perplessità a riguardo con il suo giudice, Fedez molto prima del Live: “Vorrei stare tra il pubblico, muovermi di più e ballare”, gli aveva confidato, ma il rapper, su di lui, vede un discorso diverso. “Ci arriveremo, ma adesso no” gli aveva risposto il suo coach e così è stato, ma l’esibizione non è andata bene, con giudizi negativi anche al banco dei giudici per quanto riguarda le assegnazioni. Samuel Storm fa autocritica e lo conferma anche a tu per tu con i fan, manifestando, però, tantissima voglia di fare per convincere il suo giudice che sì, ha fatto la scelta giusta portandolo ai Live di X Factor. Qui, ancora, non lo poteva sapere poiché il messaggio è stato registrato prima del quarto Live, ma giovedì scorso Samuel ha davvero ritrovato se stesso on stage, sulle note di “A Song For You”. La sua nostalgia e la difficoltà nel rimanere nel Loft, lontano da Catania e dalle persone a cui vuole bene, saranno ormai un ricordo?

Catania e le esperienze canore di Samuel Storm

In realtà, come abbiamo potuto vedere e sentire durante il Daily di assegnazioni per il quinto Live, Samuel Storm è ancora piuttosto nostalgico. Catania? Per lui rappresenta tantissimo: “Mi manca la mia città e i piccoli locali in cui andavo a cantare”, confida ai fan del talent, confermando quanto i luoghi e gli affetti siano davvero molto importanti per lui. Ce lo aveva rivelato anche qualche settimana fa, quando Fedez aveva deciso di affidare alla sua voce immensa “Unsteady”, un brano su cui Storm ha fatto emozionare tutti. Il testo, poi, era molto intenso, poiché ricalcava molto da vicino la sua storia. Si parlava di “home” e di “house” e Samuel sa perfettamente distinguere la differenza tra questi due concetti: “House è dove abiti” aveva spiegato commosso in un confessionale, “ma home è dove ci sono le persone che ami”. Per lui, ora, quel luogo è Catania, ma grazie all’amicizia stretta con i concorrenti anche il Loft sta, lentamente, diventando la sua nuova “Home”.

gif

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky