30 novembre 2017

Margot Robbie rivela: "Mi manca tanto l'Australia, vorrei tornare"

print-icon
Margot Robbie rivela: "Mi manca tanto l'Australia, vorrei tornare"

Margot Robbie è un’attrice di successo, un’imprenditrice arguta e soprattutto una donna dai mille talenti e dalle grandi sorprese. Dentro quest’aura da bionda sexy e inarrestabile si nasconde un cuore che batte forte e, a volte, sente il bisogno delle cose più semplici della vita.

Sarà anche una delle attrici più amate e richieste di Hollywood, ma dentro di lei si nasconde una donna di 27 anni, semplice e genuina come la ragazza della porta accanto. Ora che il suo nuovo film, “I, Tonya”, sta per arrivare nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, la nostalgia di casa si è fatta più pungente che mai.

Margot Robbie: sognando l’Australia

Nel corso della sua più recente intervista con il Variety, Margot Robbie ha dichiarato di sentire la mancanza delle persone più care. Il lavoro, l’agenda di impegni che sembrano non finire mai e le mille cose da fare ogni giorno l’hanno portata ad una riflessione dolceamara sulla sua carriera e sulla popolarità in generale. «Mi mancano tutti, così tanto,» ha confessato Margot, che sente la mancanza della semplicità di una vita “prevedibile” nella sua amata Australia, «Vivere lontana dal mio paese di nascita è un’esperienza dolceamara, perché mi mancano davvero tutti, tutti quanti! Bisogna dire, però, che la distanza dalla mia Australia è l’unica cosa che mi permette di tenere in equilibrio la mia vita e il mio lavoro, per quanto siano due cose strettamente connesse. Capita spesso che ci siano giornate in cui vorrei solamente lavorare, dalla mattina alla sera».

Nella sua appassionante vita d’attrice, Margot Robbie entra a contatto con i suoi personaggi a livello intimo e personale. Ecco perché, quando può, cerca sempre di fare parallelismo, paragoni e comparazioni tra lei e chi interpreta così bene: «Diventare famosi, famosi davvero, all’età in cui lo è diventata Tonya? Senza una rete di protezione e di supporto, senza mettere dei paletti che ti facciano dire: questa è la mia vita, questo invece è il mio lavoro – ecco, questo è davvero difficile». Margot Robbie tornerà in Australia, non è questione di se, ma di quando. In un’intervista per il The Project, nel 2016, aveva chiarito che se mai avesse avuto dei figli, li avrebbe avuti nel suo nido, a casa sua. E anche il marito Tom Ackerley sembra entusiasta all’idea di trasferirsi lì: «Oh sì, adoro l’Australia! In realtà, non so neanche perché qualcuno vorrebbe lasciarla e andarsene in prima battuta».

Segreti professionali

Per evitare di lasciarsi influenzare, Margot Robbie si è rifiutata di incontrare Tonya Harding, la donna le cui terribili vicende hanno ispirato la biopic che presto arriverà al cinema: «Volevo poter mantenere le distanze», ha raccontato, «Sapevo che se l’avessi incontrata e mi fosse piaciuta, non sarei stata in grado di interpretare il suo personaggio in maniera acritica. Probabilmente, avrei addolcito i suoi difetti, l’avrei giustificata nei suoi comportamenti sbagliati e avrei cercato di capirla anche quando si comportava in maniera inqualificabile». Nata e cresciuta in Australia, Margot Robbie non conosceva le vicende della pattinatrice professionista che ha interpretato nel film, ed è forse stato questo che le ha permesso davvero di entrare nel personaggio.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky