12 dicembre 2017

Emma Stone svela: "Mi sento sfiduciata se penso al sessismo di oggi"

print-icon
Emma Stone sessismo

Emma Stone ha parlato di quanto il sessismo sia ancora radicato non solo ad Hollywood, ma in molti altri contesti: ciò le crea un forte senso di sfiducia verso il futuro. La giovane star però ha rivelato di voler pensare positivo e spera che grazie all’impegno concreto di tutti, si possa costruire un reale cambiamento.

Considerata una delle giovani attrici più promettenti di Hollywood, Emma Stone sta riscuotendo un successo senza precedenti e sono tantissimi i fan che seguono la sua carriera, dimostrando una stima e un affetto davvero sinceri. La bella attrice, nonostante sia molto attenta a custodire la sua vita privata e non ami i social network, ha deciso di parlare apertamente di un cancro che si è insinuato nella società: si tratta del sessismo. Secondo lei infatti non solo Hollywood, ma molti ambienti sono ancora sottoposti a questo morbo: quando pensa a questa situazione non può che sentirsi sfiduciata in quanto donna e cittadina del mondo.

Emma Stone parla del cancro del sessismo

Emma Stone è l’attrice più pagata del 2017 e la sua carriera come testimonial procede a gonfie vele, come si evince dalla collaborazione recente con il brand Louis Vuitton. Sempre attenta alle tematiche sociali, dopo il travolgente successo con il ruolo di Mia in La La Land che le ha permesso di vincere il tanto agognato Premio Oscar, la bella Emma ha deciso di interpretare i panni di una donna forte e coraggiosa: “La battaglia dei sessi” è il film che racconta la vita di Billie Jean King, icona dello sport e del femminismo. Il 20 settembre 1973 la sportiva decise di sfidare Bobby Riggs, lui ex campione ormai ritiratosi e lei campionessa in carica, ma donna, quindi considerata e pagata molto meno dall’establishment del tennis americano. La star di Hollywood ha deciso di interpretare questo ruolo con grande entusiasmo e quando le si chiede che cosa pensi del sessismo nella società contemporanea, appare molto sfiduciata. Secondo Emma infatti, nonostante siano passati alcuni anni, le discriminazioni di ogni genere e in ogni settore sono all’ordine del giorno e servono ancora molto tempo ed impegno per sradicarle. Non si tratta solo di Hollywood, ma di un cancro che attanaglia la società in generale: proprio per questo motivo la giovane attrice si sente molto sfiduciata.

Il sessismo ad Hollywood: la reazione delle star

“Sessismo” purtroppo è una parola molto utilizzata ad Hollywood: sono tante infatti le attrici che hanno rivendicato un trattamento più equo. Un esempio in primis è Jennifer Lawrence che ha portato avanti una battaglia per ottenere una parità di trattamento economico tra attori e attrici: anche la splendida Sienna Miller in passato aveva già parlato della situazione, ma all’epoca aveva ottenuto poco riscontro. Anche la famosa Cate Blanchett ha detto che il sessismo è una pratica ancora presente, ma che deve essere spezzata con l’impegno di tutti: la star australiana ha rivelato di essere molto felice di combattere questa battaglia insieme ad altre colleghe, come Natalie Portman e la stessa Lawrence. Il sessismo purtroppo è ancorato come un tarlo nella società e non è semplice modificare il modo di pensare delle persone: grazie all’impegno e alla dedizione di alcune grandi star pare però che qualcosa stia iniziando a cambiare. Lo stesso Bradley Cooper si è schierato apertamente a favore delle sue colleghe, riconoscendo che le donne devono avere gli stessi diritti degli uomini: basta alle disuguaglianze in qualsiasi campo vengano perpetuate. 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky