12 dicembre 2017

Margot Robbie svela: "Amo Gal Gadot, mi sono innamorata dei suoi film"

print-icon
Margot Robbie svela: "Amo Gal Gadot, mi sono innamorata dei suoi film"

La splendida bionda e l’inarrestabile mora: a quanto si evince dalle ultime interviste, Margot Robbie e Gal Gadot stanno per stringere splendida amicizia che nasce soprattutto dalla stima reciproca. A unirle, tra le altre cose, c’è anche la passione per i comics, una particolarità che non andrebbe sottovalutata!

Margot Robbie è reduce dal tour promozionale per il suo nuovo film, “I, Tonya” e da una luna di miele tardiva che l’ha unita ancora di più al suo neo-marito, Tom Ackerley. Tra un impegno lavorativo e l’altro, la star ha ammesso di aver trovato il tempo di guardare il nuovo film di Wonder Woman… e di esserne rimasta stregata!

Margot Robbie, un po’ Wonder Woman anche lei

Nel corso di una delle recenti interviste al People, Margot Robbie ha espresso tutta la sua emozione e il suo entusiasmo circa il film di Gal Gadot, Wonder Woman, campione d’incassi e promotore di un messaggio femminista di immensa importanza. Il suo entusiasmo per il film è stato talmente trascinante che, a quanto pare, la Robbie non ha esitato a contattare la regista, Patty Smith. «Non ho resistito, dovevo farlo,» racconta Margot Robbie, «Ho scritto a Gal e Patty perché mi hanno fatto sentire fiera e orgogliosa di essere stata una donna nell’universo DC». E non finisce qui: «Non si è trattato solo del fatto che è un film davvero brillante, poco ma sicuro. È come mi ha fatta sentire, ovvero parte di un meccanismo di cui non potrei essere più orgogliosa di così». Non può mancare la ciliegina sulla torta: «Quindi sì, non vedo l’ora di incontrare Gal Gadot e darle un grosso, grosso abbraccio!»

Tra un impegno e l’altro, la star di “Suicide Squad” ha raccontato a MTV News di avere grandi piani per la sua pazza Harley Quinn. Del resto, magari lo sapete già, ma oltre al sequel del film che l’ha resa famosa, lei e la sua casa di produzione “Lucky Chap” stanno progettando un nuovo film interamente dedicato alla pazza partner del Joker munita di mazza da baseball. «Vorrei vederla interagire con altre donne,» ha raccontato Margot Robbie, «Lo dicevo continuamente mentre giravo Suicide Squad, e pensavo: ha bisogno delle sue amichette». Che cos’hai in serbo per noi, Margot?

Gli spigoli di Tonya

Ora che la turbolenta avventura sul ghiaccio di “I, Tonya” è giunta al termine e presto la star potrà raccogliere i frutti del suo lavoro, c’è già profumo di nuovi progetti nell’aria. Nel frattempo, però, Margot discute della sua “neonata creatura” con una punta d’orgoglio: «Quando Hollywood cerca di rivolgere un tema alla masse, finisce sempre per smussare gli spigoli più dolorosi. Ma il bello di “I, Tonya” sono proprio gli spigoli che fanno male: è uno di quei film a cui le persone riescono a relazionarsi per diversi motivi. C’è chi si ricorda la vicenda della pattinatrice criminale, e chi invece vede nel meccanismo raccontato dalla storia tutto quello che non funziona davvero nella società di oggi. È un film ruvido e sgraziato, proprio come i personaggi che ritrae».

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky