27 dicembre 2017

Margot Robbie: "Finalmente c'è un senso di comunità tra le attrici"

print-icon
 Margot Robbie: "Finalmente c'è un senso di comunità tra le attrici"

Finalmente, a Hollywood, qualcosa si sta muovendo. Dopo lo scandalo di Harvey Weinstein e tutti i danni collaterali subiti dai big dell’entertainment, le attrici – che prima cercavano di sopravvivere da sole a una giungla di pericoli – hanno finalmente deciso di unirsi. Lo ha notato Margot Robbie, che elogia questo senso di comunità che si sta sviluppando, finalmente, in un ambiente dove ce n’era tanto bisogno.

A volte i grandi soprusi si possono scongiurare facendo gruppo. Lo ha compreso Margot Robbie, intelligente e dallo spiccato senso imprenditoriale, che ci ha conquistati non solo con i suoi ruoli perfetti ma anche con il suo grande spirito da lavoratrice e, soprattutto, da idealista.

Margot Robbie ha un sogno

Nel corso di una delle sue più recenti interviste con il The Hollywood Reporter, Margot Robbie ha discusso con molta sensibilità su uno dei temi più delicati e caldi della Hollywood di oggi. Lo scandalo Weinstein, se così si può dire, ha solo messo in luce la punta di un iceberg di ingiustizie che affiggono attrici e attori sin dalla notte dei tempi. La star australiana, che ha fatto della sua carriera un faro di luce, talento e speranza per tutte le ragazze che sognano, un giorno, di diventare come lei, ha ammesso che finalmente la cultura sta cambiando. Un segno positivo, un movimento che fa bene, ma al quale bisogna prestare la giusta attenzione: «Da una parte, abbiamo una grandissima opportunità,» ha spiegato Margot, conscia dei rischi, «Dall’altra, abbiamo anche la grande responsabilità di gestire in maniera consona quest’opportunità, per portare un senso di conclusione positiva a una storia che, di per sé, è orribile. Si tratta di un processo, secondo me, molto individuale».

Margot Robbie è onesta: l’entertainment è vasto e, spesso, non ci si conosce bene quanto sarebbe opportuno: «Non ho mai parlato con molte attrici che ho incontrato, o almeno: prima degli ultimi due mesi, non mi ero mai soffermata a farlo. Attrici che se avessi incontrato prima mi avrebbero completamente stregata, perché le adoro sa sempre, mi contattano e mi dicono: “Ehi, stiamo avendo un gruppo di discussione su questo argomento, vorresti essere coinvolta?” Finalmente tra le attrici si percepisce un senso di comunità, che è una cosa meravigliosa. L’unica pecca è che siamo arrivate a questa conclusione solo a seguito di una situazione così orribile. Ma finalmente, là fuori, si può contare su un network di supporto per chi ha bisogno».

Margot Robbie: un’attrice magnifica

Il segreto del talento di Margot Robbie non è magico e non è nemmeno innato: «Amo ogni momento della preparazione di un ruolo. Mi esalto parecchio quando devo imparare un nuovo mestiere per entrare in un nuovo personaggio. Gli attori sono così fortunati – e anche un po’ viziati – perché possono circondarsi di professionisti che ti insegnino davvero a fare le cose. Ad esempio, quando ho recitato in “Focus”, accanto a me c’era un ladro professionista che mi ha insegnato a borseggiare». Per Margot, è un processo più che naturale: «Si tratta di una preparazione meccanica. Se dedichi abbastanza ore alla causa, alla fine ne vale la pena. Se però mi dovessi gettare in un ruolo senza aver fatto niente del genere… allora sì che sarei nel panico!»

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky