06 aprile 2017

Bottura non è più lo chef migliore al mondo

print-icon
Bottura non è più lo chef migliore al mondo

Massimo Bottura non è più lo chef migliore del mondo: secondo la nuova classifica dei World’s 50 Best Restaurants la medaglia d’oro se la aggiudica uno chef svizzero di casa a New York, mentre il ristoratore modenese arriva “solo” secondo, ma il risultato rimane da grande podio.

Massimo Bottura, uno degli chef più amati anche sul web, non si riconferma il migliore al mondo: nel 2016 lo scettro per il miglior ristorante del pianeta era stato assegnato al proprietario dell’Osteria Francescana, locale molto chic e ricercato situato in centro a Modena, decorato con ben tre stelle Michelin. Anche se quest’anno dovrà accontentarsi del secondo posto, l’orgoglio italiano rimane immutato: Bottura è di nuovo sul podio e, più in alto di lui, c’è solo un altro chef, lo svizzero Daniel Humm, con il suo ristorante newyorkese.

Massimo Bottura cede il trono a uno svizzero

Quest’anno, Massimo Bottura scende di un gradino il podio dei World’s 50 Best Restaurants: il proprietario dell’Osteria Francescana vince la medaglia d’argento mentre quella d’oro passa allo svizzero Daniel Humm al comando, insieme a Will Guidara, dell’Eleven Madison Park di New York. Quest’anno la cerimonia di premiazione, in stile Hollywood come quella per gli Oscar, si è svolta a Melbourne, nella terra dei canguri, dove Bottura è stato ospitato qualche anno fa per prendere parte come guest star all’edizione locale di Masterchef Australia. L’anno scorso, invece, quando la classifica aveva celebrato Bottura, l’evento era stato ospitato a New York e il caso vuole che lo chef pluristellato avesse festeggiato la vittoria proprio nel ristorante di Humm. I due, ora, si sono scambiati lo scettro, ma non crediamo sia possibile che Bottura ricambi il favore ospitando il party del vincitore nel suo locale, visto che l’Osteria Francescana non è proprio di strada tra l’Australia e il Nord America. Oltre al secondo posto, comunque, lo chef italiano si conferma miglior Ristorante europeo, davanti a Spagna e Francia, che inseguono l’Osteria Francescana rispettivamente al terzo posto, con El Celler De Can Roca di Girona, gestito dai fratelli Roca e al quarto con il Mirazur di Mentone, diretto dall’argentino Mauro Colagreco.

Bottura e gli altri italiani in classifica

Se il grande desiderio di vincere per due volte di fila il riconoscimento come miglio chef al mondo è stato disatteso, l’orgoglio italiano è intatto: Bottura è al secondo posto, rimane stabilmente sull’ambito podio ed è ancora il primo in Europa. Non solo, in classifica Massimo, spesso ospitato in tv in programmi come Hell’s Kitchen, non è l’unico rappresentante del Belpaese, la cui cucina si fa sentire a suon di posizioni importanti nella classifica dei World’s 50 Best Restaurants. Andando in ordine, il primo locale tricolore che incontriamo è Piazza Duomo di Alba, dello chef Enrico Crippa, al quindicesimo posto, che avanza di due posizioni rispetto all’anno scorso. Scendendo alla posizione 29, eccone un altro: si tratta di Le Calandre di Rubano nel Padovano, agli ordini di Massimiliano Alajmo, che sale di addirittura dieci gradini dal 2016. Infine, al numero 43 ma risalito di oltre 40 posizioni, troviamo il Reale di Castel di Sangro in Abruzzo, diretto da Niko Romito.

Osteria Francescana: ristorante super richiesto

Se l’ex premier Matteo Renzi è riuscito a trovare un tavolino per due da Bottura – l’altro ospite era Francois Hollande – è vero che bisogna armarsi di pazienza per riuscire a pranzare o a cenare all’Osteria Francescana. Il ristorante, come ci si può aspettare, è super richiesto da aspiranti ospiti in ogni parte del mondo. Sul sito, è possibile prenotarsi a partire dal primo giorno del mese per quello successivo e, allo scoccare dell’ora stabilita, parte la “battaglia” per riuscire ad aggiudicarsi un tavolo. “Chi la dura la vince”, almeno in questo caso. Per quanto riguarda il vincitore di quest’anno, lo chef Daniel Humm, sembra che il suo ristorante a New York sia tutto esaurito ad interim, mentre per gustare i percorsi gastronomici di Bottura l’impresa non è impossibile. Non facile, come ogni obiettivo di rilievo, ma di sicuro possibile. 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky