Dove mangiare a Milano? Ve lo dice Alessandro Borghese

Ecco un’idea sfiziosa e originale se non sapete dove andare a mangiare a Milano: Alessandro Borghese apre il suo primo ristorante nel capoluogo lombardo e non sta più nella pelle. Ecco tutti i dettagli.

È uno spumeggiante Alessandro Borghese quello che annuncia l’apertura del suo primo ristorante a Milano. Non sapete dove andare a mangiare nella città lombarda? Fate un salto dallo chef romano, da “AB - Il lusso della semplicità”.

Alessandro Borghese: la semplicità è un lusso…gustosissimo

Una grandissima novità per i fan dello chef e per chi cercasse un posticino originale – e un po’ rock – dove mangiare a Milano. Stiamo parlando di Alessandro Borghese e della sua imminente apertura, a metà ottobre, del suo primo ristorante nella City Life milanese. Il nome? È ovviamente frizzante e intrigante, proprio come uno degli chef più amati dagli appassionati di talent show in cucina. Chi entrerà da “AB- Il lusso della semplicità” dovrà, innanzitutto, salire al primo piano di uno storico edificio di Gio Ponti in Via Belisario. L’idea di cucina di Borghese sarà rappresentata fin da subito, a partire dalla disposizione del locale, un open space schietto e diretto, dove gli ospiti potranno osservare tutto ciò che avviene in cucina grazie a una vetrata trasparente, unica “quarta parete” tra gli spettatori e lo show culinario che avverrà tra i fornelli. “Lo dovevo fare, era nell’aria da tempo” ha affermato lo chef in un’intervista, dove dimostra la sua proverbiale carica e freschezza, che lo ha reso uno degli artisti più apprezzati in cucina. Il figlio di Barbara Bouchet vuole stupire tutti, a partire dalla location scelta per dare luce a questo suo nuovo grandissimo progetto. “Nessuno apre un ristorante al primo piano in Italia, capita solo a New York” commenta lo chef, ma la sfida è gustosa per lui, proprio come i suoi piatti, e fa una grande promessa a chi sta per varcare l’enorme soglia del suo locale. “Qui, ci sarà la cacio e pepe migliore della città”. Che tipo di cucina dobbiamo aspettarci dunque? Verace e ricca di sapori, come piace a lui, pescando dalle tradizioni, come da quella romano-partenopea da cui proviene, e aggiungendo quell’estro particolare che solo Borghese sa dare ai suoi piatti. Il menù? Sarà composto da cinque antipasti, primi, secondi e dolci, “ma cambieranno spesso” precisa lo chef, aggiungendo anche una nota molto interessante, che non tutti i suoi colleghi amano evidenziare. Il prezzo: “Si mangerà con 70 euro a persona per il menù alla carta, mi sembra un prezzo giusto per questa zona di Milano” afferma con la sua tipica sincerità.

Alessandro Borghese: una star degli show culinari

Una spezia dal gusto piccante, aggiunta con maestria per completare il piatto: ecco come definire Alessandro Borghese, che porta una ventata di originalità, bravura e brio tra i fornelli di tantissime cucine d’Italia. Lo chef romano è amatissimo da una folta folla di fan che non vedono l’ora di seguire i suoi passi in cucina a ritmo di musica. “Kitchen Sound”, programma televisivo in onda su Sky Uno, è perfetto per il suo modo di cucinare, dove anche i suoni hanno la loro importanza: lo sfrigolio dello scalogno che si dora in padella, per esempio, fa da eco a brani scelti ad hoc dallo chef come perfetto sottofondo sonoro. Ma Borghese non si ferma qui: in “4 Ristoranti” gira per l’Italia in cerca di locali sfiziosi in cui provare e valutare la cucina del luogo, affiancato da ristoratori in sfida, mentre a Junior Masterchef veste i panni di giudice e dà preziosi consigli ai giovani cuochi in erba. E che sia aromatica, come piace a lui.

Copyright © 2013 Sky Italia - P.IVA 04619241005