05 maggio 2017

Unbroken di Angelina Jolie: la verità dietro la pellicola

print-icon
Unbroken di Angelina Jolie: la verità dietro la pellicola

Angelina Jolie ha diretto ‘Unbroken’, il film che parla della vita di Louis Zamperini. Questo italo-americano è stato un grande atleta e un patriota encomiabile che non ha mai smesso di guardare avanti e di lottare, anche quando la situazione non aveva via d’uscita. Angelina ha stretto un forte legame di amicizia con Zamperini, scomparso purtroppo nel 2014.

Angelina Jolie è una donna dalle mille risorse. Quando ha deciso di mettersi dietro la cinepresa e dirigere il film Unbroken tutto il mondo è rimasto col fiato sospeso.

La storia di Louis Zamperini

Questo film narra la storia dell’atleta Louis “Louie” Zamperini - un uomo qualunque che è diventato un eroe nazionale americano grazie al suo coraggio. Louis partecipò alle Olimpiadi di Berlino prima di arruolarsi nell’aviazione. Il suo aereo precipitò nell’oceano dove sopravvisse per 47 giorni solo per essere catturato dai giapponesi, che lo sottoposero a terribili torture. Se pensate che sia abbastanza, vi sbagliate di grosso: Louis sopravvisse anche a questo e, nel dopoguerra, dopo aver incontrato e abbracciato la fede, tornò dai suoi aguzzini per poterli perdonare dei loro misfatti. In questa storia c’è tutto: talento, azione, coraggio, paura, dolore e, alla fine, redenzione. Non manca nemmeno la tinta che riqualifica tutte le altre con una sfumatura più drammatica e gloriosa: la verità. Sì, perché Unbroken è ispirato a una storia vera: la storia di un ragazzo italo-americano la cui vita è cambiata molte, moltissime volte e che, nonostante tutto, non si è mai arreso.

Chi è Louis ‘Louie’ Zamperini? Senza anticiparvi troppo del film, possiamo dirvi che quest’uomo ha iniziato la sua vita come un classico ragazzo italo-americano della porta accanto: un disappunto per i genitori, preso di mira dai compagni di scuola e dai ragazzi del quartiere. La sua colpa? Essere italiano. Col tempo questa situazione si è trasformata in rabbia e, grazie a suo fratello, nella passione per la corsa e per l’atletica. Louis non è solo bravo: è un campione. Corre così veloce che in poco tempo si guadagna il titolo di “The Torrance Tornado” e riesce qualificarsi per le Olimpiadi di Berlino nel 1936, dove arriva ottavo. È suo il record mondiale di velocità nell’ultimo giro dei 5000 metri, che percorre in solo 56 secondi e gli fa guadagnare addirittura l’ammirazione di Adolf Hitler.

L’ispirazione

Il dramma epico si ispira a “Sono ancora un uomo. Una storia epica di resistenza e coraggio”, il best-seller 2010 di Laura Hillenbrand. Dopo oltre 185 settimane nella hit-list dei libri più venduti del New York Times è stata proprio Angelina Jolie a decidere di trasformarlo in un film di successo sceneggiato nientemeno che dai fratelli Coen. Per la bella director si è trattata di una sfida decisamente fuori dal comune: “Avevo la precisa responsabilità di farlo bene. Sono molto affezionata a Louis, che mi ha aiutata moltissimo nel corso della mia vita”. Pur non essendo la prima fatica cinematografica della Jolie, questo film ha segnato un passo importante e formativo nella sua carriera.

Il cast

Accanto a Jack O’Connell nei panni di Louis Zamperini troviamo il Capitano Russel Allen Phillips interpretato da Domhnall Gleeson. Garrett Hedlun, Jai Courtney, John Magaro, Luke Treadaway e Ross Anderson sono stati scritturati nel ruolo di commilitoni. L’attore giapponese Miyavi, invece, ricopre il ruolo dell’antagonista, il Caporale Mutsuhiro Watanabe detto “l’Uccello”.

La critica

Unbroken ha riscosso un grande successo, incassando 115.6 milioni di dollari al box-office solo negli Stati Uniti. Nonostante le molteplici nomination e le molte statuette vinte, questo film non riesce a convincere il pubblico. Il suo score su siti come Rotten Tomatoes è molto basso, circa del 51%.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky