Caricamento in corso...
10 luglio 2017

Maisie Williams di Trono di Spade: "La pubertà? Un piccolo dramma"

print-icon
Maisie Williams di Trono di Spade

A poche settimane dall’uscita della settima stagione di Trono di Spade (Game of Thrones), Maisie Williams, volto dell’assassina formato tascabile Arya Stark, racconta qualcosa della sua pubertà e della sua vita, completamente stravolta dalle riprese della serie TV che l’ha resa famosa in tutto il mondo.

Maisie Williams è cresciuta a stretto contatto con la serie TV che l’ha resa famosa, il Trono di Spade. Diventare così famosi a un’età così precoce può influire in maniera permanente sulla pubertà e sull’adolescenza, cambiando per sempre il modo in cui ci si guarda allo specchio.

Maisie Williams: Arya sopravvivrà alla settima stagione?

Nel corso della sua più recente intervista al Sunday Times, Maisie Williams ha rilasciato qualche dichiarazione su di sé e sul suo amatissimo personaggio Arya Stark. Dopo il suo debutto nel mondo delle serie TV all’età di 12 anni, la sua vita è cambiata per sempre: eppure, all’inizio non riusciva a rendersene conto davvero. “Avevo 12 anni quando ho iniziato le riprese di Trono di Spade, e all’inizio non avevo paura di niente e non mi importava neanche. Amavo quello che facevo,” ha dichiarato la bella Maisie. Poi, però, qualcosa è cambiato: “Con il passare delle stagioni, però, l’ansia da prestazione e le pressioni aumentavano, fino a che non sono diventate distruttive. Ognuno di noi, ad un certo punto, arriva a quel calo di autostima. Probabilmente è dovuto anche alla pubertà,” spiega Maisie Williams. Ma niente paura: la bella Arya Stark non è tipa da arrendersi: “A un certo punto sono collassata, ho perso la mia autostima e adesso sto lavorando per riguadagnarla”.

Maisie Williams ha parole di speranza anche per il web e i suoi coetanei: “Internet è un posto spesso criticato,” ha spiegato l’attrice, “La gente lo cataloga spesso come un posto negativo. Ma è proprio grazie ad Internet che la mia generazione è una delle più tolleranti e mentalmente aperte di tutti i tempi. Ci capiamo, rispettiamo e cerchiamo di accettare le persone, anche quelle diverse da noi”. Quando le viene posta l’ovvia domanda su troll e haters, Maisie ha la risposta pronta: “I troll? Sono una minoranza”.

Maisie Williams parla della settima stagione (senza fare spoiler!)

Per preservare il segreto sulla trama e far sì che gli spoiler siano ridotti ai minimi termini, capita spesso che il cast di Trono di Spade riceva il copione ad un mese dalle registrazioni. Eppure, le pressioni sono moltissime. “Abbiamo appena finito di girare la settima stagione, quindi ho qualche informazione in più rispetto allo spettatore da casa. In termini pratici, però, non sappiamo ancora nulla di come andrà a finire la vicenda. Quindi, mi spiace deludervi, ma nemmeno io saprò come andrà a finire… fino alla fine!”

Il copione di Game of Thrones è più blindato di una banca: “Per qualche motivo i fan e i troll sono ossessionati dagli spoiler, e non vedono l’ora di scoprire qualcosa di nuovo sulla trama. Ecco perché il copione viene distribuito al minor numero di persone, in modo da evitare possibili fughe di informazioni. Così va lo show, e personalmente non mi dispiace. Se sapessi come va a finire il Trono di Spade farei davvero fatica a tenerlo per me!”

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky