Caricamento in corso...
14 luglio 2017

Sophie Turner di Trono di Spade: "Quando tutto finirà starò malissimo"

print-icon
Sophie Turner di Trono di Spade: "Quando tutto finirà starò malissimo"

Ormai siamo agli sgoccioli: l’Inverno sta arrivando e, insieme a lui, arrivano anche le ultime due stagioni de Il Trono di Spade. Con il loro ruolo, i protagonisti di una delle serie più popolari di tutti i tempi hanno avuto un’opportunità irripetibile. Ma che cosa succederà dopo?

Sophie Turner, l’avvenente Sansa Stark de Il Trono di Spade, ha di recente rilasciato un’intervista per il W Magazine: mentre la bella attrice cresce, e la sua fama aumenta esponenzialmente per ogni stagione in cui riesce a sopravvivere – cosa non da poco! -, la serie televisiva di Sky Atlantic si avvia alle battute finali. Ma che cosa succederà dopo? Ci ha già pensato?

Sophie Turner: la vita va avanti?

Sophie Turner ha rivestito il ruolo di Sansa Stark nella serie Il Trono di Spade per otto lunghi anni. Un così cospicuo investimento di tempo, di talento e di amore ha richiesto fatica, impegno e soprattutto ha costruito un legame fortissimo tra l’attrice e il suo personaggio. Soprattutto in età così giovane (Sophie ha 21 anni) diventa difficile staccarsi dalle cose belle e importanti che hanno riempito le nostre giornate e ci hanno rese ciò che siamo. “Il Trono di Spade è stato il mio corso di educazione sessuale,” ha spiegato Sophie nel corso di una vecchia dichiarazione, rivelandoci questo dettaglio con disarmante innocenza. Sophie Turner si è fatta donna sul set, e non su un set qualunque, ma su quello di una delle serie più grafiche ed esplicite di tutti i tempi! In che modo Il Trono di Spade ha influito sulla sua vita? E, soprattutto: che cosa ne sarà dopo?

Sto cercando di farmene una ragione,” ha spiegato Sophie Turner, “Non è che intendo prendere questo fatto e nasconderlo sotto ad un tappeto. Sono pienamente consapevole del fatto che Il Trono di Spade sta giungendo al termine, ma non credo sarò mai davvero pronta fino a che non avrò filmato la mia ultima scena. Poi?” Sophie Turner, che di similarità con Sansa ne condivide parecchie, tra cui la sua forte emotività, non ha niente da nascondere: “Poi penso che sarò una discarica di emozioni per tutto l’anno a venire”.

“L’idea che Il Trono di Spade possa concludersi? Mi terrorizza”

Sophie Turner era appena una teenager quando, quasi per scherzo, ha scelto di prendere parte alle audizioni per il ruolo di Sansa. Da quel momento fino ad oggi, all’età di 21 anni (22 il prossimo febbraio), l’attrice ha trascorso il suo tempo a sviluppare due identità: la sua personale e quella del personaggio che l’aveva resa speciale e famosa. È più che naturale che l’idea di abbandonare Sansa la terrorizzi. “Normalmente si interpreta un personaggio per qualche mese, e poi basta. Essere in grado di incarnare un personaggio per oltre otto anni, però, è un’esperienza favolosa,” ha spiegato Sophie. “Per me, Sansa è un progetto. Fa parte di me. Tutto quello che le succede, in qualche modo, influisce anche su di me. In questi ultimi otto anni ho vissuto attraverso due persone: la mia e la sua!”

Fare distinzione tra lei e il suo personaggio può risultare difficile anche per i suoi fan: “Ho incontrato qualche persona che mi ha salutata chiamandomi ‘Lady Stark’. E alla fine ci rimangono di sasso, perché quando parli con una persona dal sangue blu ti aspetti un comportamento freddo e stoico. E invece io sono lì, con i miei brutti shorts strappati e le scarpe da ginnastica sporche di fango. È in quel momento che si rendono conto che, decisamente, non ho a disposizione uno stuolo di ancelle!”

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky