Caricamento in corso...
20 luglio 2017

Harry Potter: a ottobre due nuovi libri

print-icon
I nuovi libri di Harry Potter

La magia di Harry Potter continua a incantare anche a vent’anni di distanza, e per l’anniversario della nascita del maghetto più famoso di tutti i tempi abbiamo l’occasione di tornare ancora una volta nelle misteriose sale di Hogwarts…

Buon anniversario Harry Potter! Sono passati vent’anni da quando il primo libro della saga di J. K. Rowling ha visto la luce, e la casa editrice Bloomsbury ha deciso di festeggiare l’evento con l’uscita di due nuovi volumi.

La magia di Harry Potter continua

Harry Potter compie vent’anni: la saga del maghetto più famoso e celebrato di tutti i tempi ha visto la prima volta la luce nel 1997, con l’uscita del primo libro di J. K. Rowling, Harry Potter e la Pietra Filosofale. Un successo incredibile che nessuno si sarebbe mai aspettato, visto che la scrittrice stava provando da anni a trovare una casa editrice che le desse fiducia e pubblicasse quel manoscritto redatto durante il periodo più cupo della sua vita. Per festeggiare il mago con la cicatrice a saetta, a ottobre saranno pubblicati da Bloomsbury due nuovi libri dedicati al magico mondo di Harry Potter: Harry Potter: A History of Magic – The Book of The Exhibition e Harry Potter – A Journey Through A History of Magic. Il primo testo aprirà un focus sulle materie studiate dai giovani maghi a Hogwarts, mentre il secondo tratterà essenzialmente della storia della magia. Non solo libri: alla British Library di Londra sarà inaugurata il 20 ottobre 2017 una mostra che durerà fino al 28 febbraio 2018, “A History of Magic”, e che sarà collegata ai nuovi volumi editi da Bloomsbury. Questa non è la prima iniziativa messa in campo dalla casa editrice, che già a inizio anno aveva riproposto i libri di Harry Potter in una nuova, straordinaria, edizione limitata: quattro tomi con le copertine rilegate con lo stemma delle case di Hogwarts. E chissà se ci saranno altre sorprese nel corso dell’anno!

L’epopea di Harry Potter

A vederla adesso, J. K. Rowling è una donna di un successo straordinario, e una delle più ricche del mondo, ma non molti sanno che ha avuto un passato molto difficile. Prima di diventare la scrittrice più acclamata del pianeta grazie a Harry Potter ha vissuto un periodo di profonda depressione e di povertà estrema (viveva essenzialmente di sussidi statali) e solo scrivere il suo primo romanzo le dava un po’ di conforto. È dal suo periodo di buio che sono nati infatti i Dissennatori, quelle figure che troviamo nella saga di Harry Potter che levano la gioia e la felicità alle persone che si trovano sul loro cammino. Sono state dodici in totale le case editrici che hanno rifiutato il manoscritto di J. K. Rowling (scommettiamo che oggi si stanno mangiando le mani) e all’epoca solo la Bloomsbury, semi sconosciuta, aveva deciso di puntare sulla saga del maghetto. Ovviamente ha avuto un successo incredibile non solo tra i più piccoli, ma anche tra gli adulti, tanto che le copertine delle edizioni successive sono state disegnate nuovamente per renderle adatte a tutti. I libri successivi hanno avuto ancora più successo dei precedenti, e Harry Potter è diventato non solo un best seller, ma un vero e proprio fenomeno mondiale che ancora oggi fa discutere e appassionare milioni di persone in tutto il mondo. Anche a vent’anni di distanza.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky