Game of Thrones: dopo Ed Sheeran, arriva il nuovo cameo

Non gli era bastato il rischio che si erano presi facendo comparire Ed Sheeran nelle riprese de Il Trono di Spade? A quanto pare, no. Forse questo cameo, rispetto al precedente, è passato in sordina. Quanti di voi si sono accorti della presenza di Noah Syndergaard nell’episodio di domenica della serie televisiva Sky Atlantic più amata di sempre?

Qualcuno si era accorto della presenza di Noah Syndergaard nel più recente episodio della serie televisiva Il Trono di Spade? Gli appassionati di baseball di tutto il mondo non hanno potuto fare a meno di sussultare sul loro divano, e quando il drago lo ha bruciato vivo i rivali dei Mets hanno probabilmente esultato di gioia.

Noah Syndergaard: il nuovo cameo de Il Trono di Spade

Pensavamo che dopo la brutta esperienza con Ed Sheeran avrebbero dato un taglio alle apparizioni speciali, ma ci sbagliavamo. Il lanciatore dei Mets è stato protagonista di qualche fotogramma nell’ultimo episodio de Il Trono di Spade, guadagnandosi il suo piccolo momento di gloria prima… beh, dell’inevitabile. Noah ha interpretato un soldato dell’esercito dei Lannister, proprio come Sheeran, e ha avuto i suoi istanti di notorietà quando ha scagliato la lancia che avrebbe abbattuto un cavallo. Questo, pochi minuti prima di essere arrostito brutalmente dalla furia incendiaria di uno dei draghi di Daenerys.

Il giocatore di football è famoso nel suo ambiente per la sua straordinaria somiglianza con Thor, e sembrava un’aggiunta perfetta alla biondissima armata di Cersei Lannister. La scena è stata girata nel corso di un periodo di infortunio di Noah che sta costando la stagione ai suoi compagni di squadra. E poi c’è anche quella spiacevole questione della mascotte, Mr Mets, fotografata mentre alzava il dito medio verso la telecamera. Insomma: una gran brutta stagione per il team, ma un piccolo momento di gloria per Noah Syndergaard, che non ha mancato di condividere la sua gioia su Twitter. “Beccati questo, perfido Dothraki! #colpiscialcuore #ètuttacolpatua” ha scritto, e i fan lo hanno portato in in trionfo verso i trend social della giornata.

Noah Syndergaard: un fan sfegatato della serie

È già da tempo che Syndergaard dimostra di essere un fan sfegatato de il Trono di Spade. Quando in aprile ha ottenuto la parte, aveva rilasciato un’intervista allo Sports Illustrated dove si era dilungato sull’eccitazione che provava all’idea di far parte dello show: “È la serie più bella di tutti i tempi, e se penso che ci sarò anche io… wow, è una sensazione indescrivibile!”

Noah ha spiegato che la sua passione per lo show la deve soprattutto alla madre: “Sono andato in Spagna e ho portato i miei genitori con me, perché se non fosse stata per mia madre non sarei mai stato un fan dello show. È stata lei a farmelo conoscere, e potete immaginare quanto sia strano e imbarazzante guardare Game of Thrones con la propria mamma. Però ci siamo divertiti”. Poco dopo la puntata di domenica, Noah Syndergaard ha lasciato un messaggio su Twitter in cui raccontava ai fan che lo hanno riconosciuto nonostante l’elmo che non era una situazione facile: A mia difesa vorrei solo dire che… ERA UN DANNATO DRAGO!!”

Copyright © 2013 Sky Italia - P.IVA 04619241005