Caricamento in corso...
16 agosto 2017

Game of Thrones: 4 arresti per il furto di un episodio

print-icon
Game of Thrones furto India

Ancora una volta c’è stato un furto di episodi riguardante la serie TV Game of Thrones: sono state arrestate 4 persone per aver diffuso un episodio, prima della sua messa in onda. Il fatto è accaduto in India e ha colpito uno dei distributori locali dell’emittente HBO: ecco tutti i dettagli.

Come spesso accade quando una serie TV suscita molta suspance e attenzione tra i suoi seguaci, anche Game of Thrones, grande rivelazione degli ultimi anni, è stata duramente colpita da attacchi hacker. Dopo il tentativo di furto avvenuto lo scorso luglio a diverse serie della HBO, ora l’attacco è avvenuto in India dove sono state arrestate 4 persone per aver rubato e pubblicato una puntata, prima della sua messa in onda ufficiale. Tuttavia questo accaduto non è da ritenersi collegato al precedente attacco a cura degli hacker che aveva danneggiato l’importante emittente statunitense.

Il furto e la condanna in India

Si tratta del quarto episodio della settima stagione intitolato “The Spoils of War”. La puntata è stata messa online ben due giorni prima del suo rilascio ufficiale, danneggiando gravemente Star India, uno dei distributori locali della HBO. Il caso è stato depositato dalla stessa società che ha sede a Mumbai ed è responsabile per l’immagazzinamento e la messa in onda su di una App degli episodi di Game of Thrones. Sono quattro le persone coinvolte nel reato, le quali sono state accusate di "violazione penale di fiducia e reati connessi alla tecnologia". Il Trono di Spade è una delle serie TV più ambite negli ultimi anni dagli hacker e non riesce difficile capirne il perché: è lo show più virale della TV e dal 2011 al 2016 ha vinto ben 38 Emmy su 106 nomination totali ed è la serie più scaricata dal web. Il suo successo è indiscutibile e anche sui social network i fan amano commentare e condividere le proprie osservazioni utilizzando l’hashtag #GoT, mentre gli account ufficiali di Twitter e Instagram della serie TV hanno rispettivamente 6,21 milioni e 3,8 milioni di follower.

Gli attacchi hacker subiti dalla HBO

Questo non è il primo e probabilmente non sarà nemmeno l’ultimo attacco hacker o furto subito dalla HBO per le sue serie TV. D’altronde quando un’emittente raggiunge un certo numero di successi, si può prevedere facilmente l’aumento dei furti ai suoi danni. A fine luglio era stata diffusa la notizia di un furto di diversi episodi delle serie Ballers, Room 104 e forse anche di Game of Thrones, dei quali avevano rubato 1,5 terabyte di dati. Il furto era stato annunciato giorni prima tramite un’email, il quale era stato definito dai suoi stessi fautori come “il maggior furto del cyber spazio”. Pochi giorni fa invece è uscita un’altra notizia che annunciava che alcuni hacker avrebbero trafugato dai server della HBO diverso materiale inedito proprio di Game of Thrones, chiedendo un riscatto di 6 milioni di dollari in bitcoin. Subito dopo è stata pubblicata la notizia che la stessa HBO avrebbe deciso di mettersi in contatto con i fautori del furto, proponendo 250 mila dollari e cercando di prorogare la deadline dettata dai criminali. Tale rumor però è stato subito smentito dall’emittente, che ha chiarito la sua posizione, non offrendo alcun riscatto e confermando che non ci sarebbe mai stato alcun contatto con gli hacker. Questa diatriba sta proseguendo ormai da diverso tempo, ma la stessa emittente è stata chiara nel voler tutelare il più possibile i dati rubati e gli spettatori, senza però cedere alle richieste.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky