Caricamento in corso...
17 agosto 2017

Game of Thrones: Peter Dinklage, il messaggio agli amanti degli husky

print-icon
Game of Thrones: Peter Dinklage, il messaggio agli amanti degli husky

I media hanno da sempre un effetto incisivo e determinante per le serie televisive. È il caso de Il Trono di Spade, in onda su Sky Atlantic in Italia. Sembra che lo show abbia incrementato i numeri delle vendite di husky: ma che cosa significa? Ce lo spiega Peter Dinklage.

Sta succedendo di nuovo: “La Carica dei 101” tutta da capo. Questa volta, però, non ci sono quei simpatici cani bianchi con le macchiette nere, ma i meravigliosi cani di razza husky. Tutti ne vogliono uno: sono belli, anzi, sono bellissimi. Hanno lo sguardo di ghiaccio e la pelliccia folta degna di Grande Inverno de Il Trono di Spade. Peter Dinklage ha diffuso, attraverso la PETA, un importante messaggio per tutti coloro che intendono adottare un husky a seguito dello show.

Gli husky, animali degni di un fan del Trono di Spade? Assolutamente no

Quando si tratta di animali in pericolo non bisogna perdere tempo. Mercoledì scorso, Peter Dinklage (nello show, Tyrion Lannister) ha divulgato un messaggio a tutto il mondo in cui spiega il motivo cui adottare un husky perché si è fan de Il Trono di Spade è una pessima, pessima idea. Secondo il comunicato, infatti, i fan della serie scelgono di adottare cani di razza husky per via della loro somiglianza con i metalupi.

“Per favore, questo messaggio è rivolto a tutti i nostri meravigliosi fan. Ci rendiamo conto che grazie alla popolarità dei metalupi molte persone escono di casa e corrono a comprare un husky,” inizia il comunicato, “Non solo questo nuoce a tutti i cani senza casa che aspettano la loro occasione in un canile, ma i canili stessi hanno segnalato un aumento di abbandoni di cani di razza husky, come succede spesso con i cani comprati nell’impeto del momento”.

Peter Dinklage, amante dei cani

Un husky non è un cane che può essere acquistato e dimenticato in giro per casa. Si tratta di una razza di cani molto esigente, e che nella sua natura ha il lavoro: quando non è stanco perché non ha corso, giocato e fatto esercizi, è piuttosto propenso a scaricare tutta l’energia accumulata sugli oggetti e le strutture domestiche, combinando piccoli grandi disastri. È colpa sua? No, è colpa del padrone, che non ha saputo corrispondere alle esigenze dell’animale. “Per favore, per favore, se intendi portare un animale nella tua casa, assicurati di essere pronto per una simile responsabilità e adotta sempre, sempre, da un canile”. Il promoter della campagna di sensibilizzazione, Peter Dinklage, è a sua volta un amante degli animali. Nella sua casa ci sono sua moglie Erica Schmidt, la figlia Zelig e naturalmente un bel cane, voluto e rispettato come un membro della famiglia alla pari.

Come si fa a capire se una razza è adatta al mio stile di vita? La prima cosa da fare quando si vuole adottare un animale (cane, gatto, criceto, furetto o che dir si voglia) è informarsi. Scegliere un animale unicamente in base alle sue caratteristiche estetiche non porterà che guai, specialmente se il nostro stile di vita è sedentario o siamo lontani da casa per molte ore al giorno. Dunque, il primo consiglio è scegliere un animale che si allinei al nostro stile di vita attuale, e non a quello ideale che si vorrebbe avere.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky