Caricamento in corso...
22 agosto 2017

Gwendoline Christie: "Temevo di perdere il ruolo di Game of Thrones"

print-icon
Gwendoline Christie: "Temevo di perdere il ruolo di Game of Thrones"

Quando si è così diversi dai canoni richiesti dal mondo di Hollywood è normale, qualche volta, avere dei dubbi. Soprattutto quando sei una donna così alta e statuaria, e la tua età avanza più velocemente della tua carriera. Gwendoline Christie racconta, con un groppo alla gola, di quelle volte che temeva non ce l’avrebbe fatta.

Hollywood non è tutto rose e fiori nemmeno per le donne più belle del mondo, figurarsi per una beltà così fuori dalle convenzioni come quella di Gwedoline Christie. In un luogo in cui le donne vengono misurate in base al girovita e al numero di follower su Instagram, fare breccia nel cuore dei fan non è facile. Affatto. L’attrice volto di Brienne di Tarth, la donna cavaliere della serie Il Trono di Spade, racconta delle sue difficoltà a ottenere un ruolo.

Gwendoline Christie: un debutto difficile

Lo sa anche Brienne di Tarth: essere diverse può, talvolta, causare un mucchio di problemi. La diversità, però, è capace anche di tirare fuori il meglio di noi. Lo sa lei, cavaliere che stende gli uomini in men che non si dica, e lo sa Gwendoline Christie, che sostiene di aver perso molti ruoli per via del suo aspetto così particolare. Non si può dire che l’attrice non sia una bellezza fuori dal comune: con i suoi 38 anni, l’altezza statuaria e il corpo da Giunone, il suo fascino lo si coglie in ogni gesto, in ogni movimento, nei suoi sguardi. Nel corso di un’intervista per il Daily Telegraph, Gwendoline ha raccontato delle sue enormi difficoltà a trovare un lavoro come attrice. Ad un certo punto della sua vita era talmente disillusa che temeva non sarebbe mai riuscita a sfondare. “Ho frequentato una scuola di recitazione di altissimo livello,” ha raccontato l’attrice, “Ma mi è stato fatto notare anche lì che probabilmente non avrei trovato lavoro per via del mio aspetto, così diverso da quello delle altre attrici”. Un duro colpo? Molto, per chiunque: anche per lei. Per fortuna, però, non ha mai smesso di lottare per ciò in cui credeva.

La storia di Gwendoline Christie? Molto simile a quella di Brienne

Gwendoline è uscita a pieni voti dal London Drama Centre, nel 2005, e si è buttata a capofitto nel crudele mondo dei provini. Aveva persino arruolato un agente: “Gli ho detto che mi sarebbe piaciuto lavorare sul grande e sul piccolo schermo,” ha spiegato. Dal canto suo, l’agente ha replicato in maniera molto poco professionale con un: “Ah, buona fortuna”. E la fortuna, per una volta, ha guardato nella giusta direzione. Meno di un anno dopo, Gwendoline è stata arruolata nel cast de Il Trono di Spade per interpretare Brienne di Tarth. La sua performance è stata talmente apprezzata che la bella attrice è stata nominata per ben tre “Screen Actors Guild Awards”. Le sue parole riguardo agli attori “diversi dalla solita minestra” sono piene di speranza, e infondono coraggio: “È importante che tutte le tipologie di persone siano rappresentate sullo schermo. La gente può essere inusuale, ed è di questo genere di cose che è fatto il mondo”. Gwendoline Christie ha ottenuto un ruolo in “Top of the Lake: China Girl” insieme ad Elisabeth Moss e Nicole Kidman, e sta per debuttare come Capitano Phasma anche nel franchise di Star Wars. Ecco perché non bisogna arrendersi mai. Capito, agente?

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky