Caricamento in corso...
25 agosto 2017

Ragazze in tacchi e minigonna per il nuovo film di Paolo Sorrentino

print-icon
paolo sorrentino

Sono cominciate le riprese dell’attesissimo nuovo film di Paolo Sorrentino, che mette in scena la storia di Silvio Berlusconi all’epoca del Bunga Bunga. Nelle prime scene girate, tante ragazze in abiti succinti e tacchi a spillo.

Il nuovo film del premio Oscar Paolo Sorrentino si intitola “Loro” e mette in scena la storia di Silvio Berlusconi nel periodo delle cene del “bunga bunga”. Le riprese sono iniziate in questi giorni, anzi, in queste notti, a Roma, nei pressi dei Fori Imperiali.

Tacchi alti e minigonne per le aspiranti soubrette

Nelle prime scene, girate nei dintorni del Colosseo, il regista napoletano ha diretto delle giovani attrici vestite con abiti provocanti e tacchi altissimi, per rappresentare le numerose ragazze che partecipavano alle cene nella residenza di Arcore dell’ex premier. Non si sa ancora molto sulla sceneggiatura e sulle location, sappiamo che tra i protagonisti vi è sicuramente Riccardo Scamarcio, che vestirà i panni dell’imprenditore pugliese Giampaolo Tarantini, accusato di avere in mano tutta l’organizzazione che forniva le ragazze che partecipavano alle serate mondane a casa di Berlusconi. Tantissimi i provini effettuati nei mesi scorsi, molto difficile trovare soprattutto le ragazze con le caratteristiche richieste dal regista. Sorrentino pare stia cercando delle terrazze con vista sui tetti romani tra piazza Madonna dei Monti e via degli Zingari. “Loro” sono tutti i membri della corte berlusconiana e saranno proprio questi personaggi a raccontare quegli anni. “Loro” però ricorda anche l’oro, nel senso che all’epoca il denaro scorreva a fiumi, tra vacanze e regali alle olgettine.

Perché un film su Berlusconi

Sui motivi per cui abbia scelto di girare un film su Berlusconi, Sorrentino ha dichiarato: “Perchè un film su Berlusconi? Perché sono italiano e voglio fare film sugli italiani. Berlusconi è un archetipo dell'italianità e attraverso lui puoi raccontare gli italiani”. Non è la prima volta che Sorrentino racconta il potere e gli uomini che lo esercitano, lo ha fatto nel Divo e in The Young Pope, la serie tv sulle contraddizioni del Vaticano, interpretata da Jude Law e Silvio Orlando. Dice il regista: “Il tema del potere è dappertutto, è una delle tentazioni più forti del genere umano. Ci vuole saldezza morale per comandare. Inevitabilmente questa si erode, il potere prevede spesso l’abuso: è un tema che mi affascina anche quando parlano il carabiniere e il netturbino”. E ancora: “Berlusconi, in effetti, è un concentrato di misteri non indifferenti. L’uomo di potere è per definizione misterioso, la gestione del potere è misteriosa. Sono deputati a prendere le alte carichie uomini inafferrabili, i prevedibili al potere non ci arrivano”.

Nel cast, l’immancabile Toni Servillo

Il film è una co-produzione italo-francese e verrà girato interamente in italiano. Il personaggio di Silvio Berlusconi sarà interpretato da Toni Servillo, attore simbolo del cinema di Paolo Sorrentino. Servillo aveva già interpretato Giulio Andreotti ne Il Divo ma anche Jep Gambardella ne La Grande Bellezza, film Premio Oscar 2014. Il sodalizio tra l’attore casertano e il regista napoletano era nato però nel 2001, con L’uomo in più, e si è consolidato nel 2004 con Le conseguenze dell’amore, vincitore di cinque David di Donatello. Accanto a Servillo, nei panni dell’ex moglie Veronica Lario, molto probabilmente ci sarà Elena Sofia Ricci.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky