Caricamento in corso...
12 settembre 2017

Twin Peaks: David Bowie aveva confermato la sua presenza

print-icon
David Bowie

Nella nuova stagione di Twin Peaks c'è un episodio dedicato a David Bowie: alcune indiscrezioni rivelano infatti che l’artista scomparso lo scorso anno aveva dato il suo consenso a partecipare alla terza stagione della serie.

Nella puntata della nuova serie di Twin Peaks andata in onda negli Stati Uniti il 13 agosto, è apparso anche David Bowie, in un cameo virtuale. L’agente FBI Phillip Jeffries, il personaggio interpretato da Bowie in “Fuoco cammina con me”, lo spin off della seria diretta da David Lynch, è stato ricostruito digitalmente utilizzando proprio i frame del film del ’92.

Bowie avrebbe partecipato anche alla terza serie

Dopo la puntata dedicata a Bowie, arriva la conferma da parte di Sabrina Sutherland, produttrice esecutiva della serie, che, in una chat su Reddit ha dichiarato che il Duca Bianco aveva autorizzato la produzione a utilizzare le clip con la propria immagine già in questa stagione. La puntata dello scorso agosto è stata interamente dedicata a David Bowie, morto per un male incurabile il 10 gennaio del 2016. Nell’episodio, il personaggio di Gordon Cole, interpretato dal regista David Lynch, ha immaginato una scena in cui era presente il personaggio interpretato da Bowie e così sono state utilizzate le sequenze girate nel ’92 dal cantante. La notizia della presenza certa di David Bowie nel cast della nuova serie di Twin Peaks era stata già fatta girare poco dopo la morte del cantante. In quell’occasione, Harry Goaz, l’attore che interpreta il vice-sceriffo Andy Brennan, aveva raccontato che Bowie non si era presentato sul set, forse perché già in una fase terminale della malattia. David Bowie non è l’unico musicista che Lynch ha inserito nella nuova stagione di Twin Peaks, nelle puntate già andate in onda sono apparsi, tra gli altri, anche Moby, Eddie Vedder e i Nine Inch Nails.

Twin Peaks è la serie cult degli anni Novanta

Twin Peaks, la serie ideata da David Lynch e Mark Frost, fu trasmessa per la prima volta in Italia il 9 gennaio 1991, diventando, nel giro di poche settimane, oggetto di culto. La serie era incentrata sull’assassinio di Laura Palmer, una sedicenne che conduceva una doppia vita. Le indagini sulla morte della ragazza porteranno gli investigatori a scoprire i tanti segreti degli abitanti della cittadina in cui si svolge la vicenda. La serie si conclude con la rivelazione del colpevole ma lasciando alcuni interrogativi aperti. Twin Peaks ottenne tre Golden Globe e due Emmy Ewards. Dopo anni di rumors, finalmente, a maggio di quest’anno, è arrivata l’attesissima nuova stagione della serie. Twin Peaks: Il ritorno è un “lungometraggio in 18 parti”, così come lo ha definito David Lynch. La serie avrebbe dovuto essere trasmessa già nel 2015 ma problemi di budget e alcune incertezze del regista hanno fatto slittare di un paio d’anni la messa in onda. Tra gli attori della prima serie che non hanno partecipato alla nuova stagione, vi è Michael Ontkean, lo sceriffo Harry Truman, che si è ritirato definitivamente dalla recitazione; neanche Lara Flynn Boyle e Frank Silva, rispettivamente Donna Hayward e il demone Bob, hanno accettato di tornare sul set. Kyle MacLachlan, invece, è tornato ad interpretare il detective Dale Cooper, così come sono tornati altri attori storici della serie: Sheryl Lee, David Duchovny e Sherilyn Fenn.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky