Caricamento in corso...
05 ottobre 2017

"Flashdance", il film cult anni '80, va in scena a teatro

print-icon
Valeria Belleudi in Flashdance

Arriva in scena, stavolta a teatro, “Flashdance”, il film che nel 1983 ebbe un successo clamoroso, grazie anche a una colonna sonora da Oscar. Dal 5 ottobre al 31 dicembre, “Flashdance” è al Teatro Nazionale di Milano

Nel 1983 fu uno dei film che ha incassato di più, circa 200 milioni di dollari, oggi “Flashdance” torna in un’inedita versione teatrale, in scena al Teatro Nazionale di Milano dal 5 ottobre al 31 dicembre 2018.

La sfida di Chiara Noschese

Il film, diretto da Adrian Lyne e scritto da Tom Hedley e Joe Eszterhaz, è stato riscritto e adattato al copione teatrale da Chiara Noschese, regista dello spettacolo, che spiega: «Questa è la prima volta che dirigo un testo estero e mi ritengo fortunata perché l'adattamento da cui sono partita, che è andato in scena in Inghilterra a luglio, è più vicino al film. Per me, una grande sfida: un copione inedito, con canzoni nuove e nuovi personaggi. Sarà sicuramente uno spettacolo pieno di numeri danzati e cantati, immagini, proiezioni, musica meravigliosa e con luci sorprendenti ma, fondamentalmente sarà tutto accessorio ad una grande e bella storia, perché Flashdance è la storia di Alex, una ragazza che lavora e combatte in un mondo di uomini, una saldatrice in un'acciaieria, in fuga da un passato difficile, in attesa di un riscatto». Nel ruolo della protagonista, che nel film è interpretato da Jennifer Beals, troviamo Valeria Belleudi, cresciuta nella scuola di Amici ma già interprete di musical importanti come “Sister Act” e “Priscilla la Regina del Deserto”. Sulla possibilità offertale dalla regista, Valeria dice: «Sono cresciuta guardando Lorella Cuccarini e il film Flashdance l'ho visto per la prima volta quando avevo dieci-undici anni e avevo già deciso cosa volevo fare da grande. Sono emozionatissima e devo ringraziare Chiara Noschese se mi ha dato la possibilità di mettermi in gioco e di recitare per la prima volta, è raro trovare persone come lei».

Una moderna cenerentola

“Flashdance” racconta la storia di Alex, una ragazza diciottenne che di giorno lavora come operaia saldatrice e di sera si esibisce come ballerina nei locali. Il suo sogno è quello di entrare all’Accademia di Danza di Pittsburgh e si allena quotidianamente per raggiungere il suo obiettivo. Naturalmente, il tutto condito con una bella storia d’amore tra Alex e Nick Hurley, il suo capo in fabbrica. Il film ebbe un successo strepitoso, soprattutto grazie alla colonna sonora, il brano “Flashdance…what a feeling”, scritto da Giorgio Moroder e Keith Forsey e interpretato da Irene Cara, vinse l’Oscar come miglior canzone. “Flashdance” ha avuto un successo enorme al botteghino, arrivando a incassare 201 milioni di dollari in tutto il mondo. Vedremo se l’adattamento teatrale avrà lo stesso successo: accanto alla protagonista Valeria Belleudi – che, a differenza della Beals, danzerà senza controfigure -  nel ruolo di Nick Hurley, che nel film era interpretato da Michael Nouri, troviamo Lorenzo Tognocchi. Già nel 2010 era stato proposto un adattamento italiano del musical, diretto da Federico Bellone con supervisione di Glenn Casale. La versione di Chiara Noschese si avvicina molto di più al film e mette in risalto il carattere e lo spessore dei personaggi. Le canzoni sono state tradotte solo nei casi in cui danno una spiegazione ai fatti che accadono in scena, altrimenti sono state lasciate in lingua originale. Appuntamento da stasera fino al 31 dicembre al Teatro Nazionale di Milano.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky