Caricamento in corso...
24 ottobre 2017

Le gemelline di Shining difendono il film di Kubrick

print-icon
Lisa e Louise Burns: le gemelline di Shining

Mentre sta per tornare nelle sale Shining, il capolavoro di Stanley Kubrick del 1980, Lisa e Louise Burns, le inquietanti gemelline del film, attaccano la versione televisiva del 1997 e difendono il regista di Arancia Meccanica.

Stephen King, autore del romanzo Shining, da cui Stanley Kubrick trasse uno dei suoi più grandi film, nel 1980, non gradì molto la trasposizione del regista, attaccandolo più volte e arrivando a fare una versione televisiva della storia.

Lisa e Louise attaccano Stephen King, in difesa di Stanley Kubrick

A difesa dell’opera di Kubrick, arrivano Lisa e Louise Burns, le inquietanti gemelline Grady che nel film del 1980 pronunciano una delle frasi più famose della storia del cinema: «Vuoi venire a giocare con noi? Per sempre». Le sorelle ce l’hanno soprattutto con la miniserie tv in sei episodi che Stephen King scrisse nel 1997. La regia fu affidata a Mick Garris e il ruolo del protagonista Jack Torrance fu affidato a Steven Weber. La serie non ebbe minimamente il clamoroso successo del film diretto da Kubrick e in una recente intervista, le gemelle Burns, oggi 49enni, hanno espresso la loro opinione sulla serie trasmessa venti anni fa, definendola “spazzatura”: «È stato un grande errore da parte di Stephen King voler fare questa miniserie, anche a livello economico. Ha infatti dovuto ricomprare tutti i diritti sul romanzo per poter girare il “suo film”. Un’operazione molto costosa e guardate cos’ha fatto! Non ha mai recuperato tutto ciò che ha speso». Molto categoriche, le gemelle hanno poi risposto, a chi chiedeva se avrebbero visto di buon grado un remake del film: «Lasciatelo com’è e non toccatelo. Lo ha girato un maestro. Lasciatelo in pace». A quanto pare, solo Stephen King pare non aver gradito l’adattamento di Kubrick, considerato uno dei più grandi film horror di tutti i tempi.

Shining torna al cinema ad Halloween

In occasione della festività di Halloween, il film horror più pauroso di sempre torna nelle sale. Shining fu girato tra il 1978 e il 1979 e racconta la storia dello scrittore Jack Torrance, interpretato da un bravissimo Jack Nicholson, che accetta il posto di guardiano per la stagione invernale dell’Overlook Hotel, un albergo isolato sulle Montagne Rocciose. L’uomo pensa di approfittare dell’isolamento per riuscire a scrivere e arriva all’Hotel con la moglie Wendy e il loro bambino di sette anni, Danny. Jack, che è un ex alcolista, viene presto posseduto da forze soprannaturali e Danny svilupperà delle abilità extrasensoriali che gli faranno scoprire avvenimenti terribili accaduti in quella casa. Dieci anni prima, infatti, un uomo aveva fatto a pezzi le due figlie e la moglie, e poi si era suicidato. Tra le curiosità sul film, alcune riguardano proprio il piccolo attore che interpretava Danny. Per non farlo spaventare, non fu detto al bambino che stavano girando un film horror, infatti veniva sempre tenuto da parte durante le scene più inquietanti. Le gemelle, invece, non erano previste nella trama e sono state inserite da Kubrick in un secondo momento. Lisa e Louise Burns all’epoca del film avevano dodici anni e, dopo quell’esperienza non hanno più continuato nel cinema. La famosa – e terrificante – scena dell’ascia, in cui Jack sfonda la porta del bagno dove è rinchiusa la moglie, è stata particolarmente complicata da girare, a causa dell’utilizzo di un’ascia finta.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky