20 novembre 2017

Quentin Tarantino: "Il mio film non sarà su Charles Manson"

print-icon
Quentin Tarantino

Peccato per chi avesse già l’acquolina in bocca: il nuovo film di Quentin Tarantino non sarà su Charles Manson, bensì sul 1969. Ecco tutto quello che sappiamo sul progetto del regista.

Se ne parla da mesi e i suoi fan sono più che eccitati. Quentin Tarantino ha però avvertito che il suo prossimo film non sarà su Charles Manson.

Un cast da paura

I fan di Quentin Tarantino non stavano più nella pelle per la notizia bomba che era arrivata: qualche mese fa era iniziata a circolare la voce che il geniale regista avrebbe realizzato un film su Charles Manson e la Family. Erano stati diffusi anche i nomi dell’eccezionale cast che avrebbe avuto la pellicola e, neanche a farlo apposta, si trattava dei più grandi nomi di Hollywood: Brad Pitt nel ruolo del procuratore Vincent Bugliosi, Jennifer Lawrence nei panni di una delle seguaci del killer, Margot Robbie in quelli di Sharon Tate e Leonardo DiCaprio nelle vesti psicopatiche di Charles Manson. Nomi da far leccare i baffi agli amanti del cinema, tanto più che a questi sembra si stia aggiungendo un altro big del grande schermo: Tom Cruise, che Tarantino vorrebbe tra i protagonisti (anche se non si sa ancora in quale ruolo). A quanto pare però, le carte sono state sparigliate ancora una volta sul tavolo e, quella che sembrava una certezza, è tornata a essere un grosso punto interrogativo. Quentin Tarantino ha infatti chiarito che il suo non sarà un film su Charles Manson, ma una pellicola sul 1969.

La trama del film

Quentin Tarantino ha annunciato che il suo non sarà un film con protagonista Charles Manson, ma una pellicola sul 1969 in generale: siccome è proprio in quest’anno che la Family ha compiuto i suoi omicidi più efferati (al mondo è noto quello di Sharon Tate, la moglie 26enne di Roman Polanski), è probabile che il killer e gli altri personaggi appaiano, ma non con ruoli di primo piano. Nelle ultime ore è stato diffuso quello che si dice essere il plot del progetto: secondo quanto rivelato, la storia si svolgerebbe a Los Angeles nel 1969 e avrebbe per protagonista un attore televisivo che, dopo aver girato una serie di successo, cerca di sfondare nel mondo del cinema. Anche la sua controfigura tenta la stessa strada. Ciò che accade in quell’anno quindi, ossia gli omicidi di Sharon Tate e dei suoi amici, sono lo sfondo della storia. Ovviamente nulla è stato ancora confermato, ma fonti che avrebbero letto la sceneggiatura confermano questa versione.

La coincidenza con la morte del vero Charles Manson

Per uno strano caso del destino, Quentin Tarantino ha annunciato questo progetto proprio l’anno che ha visto la morte del vero Charles Manson. Detenuto in California dal 1969, il killer è deceduto all’ospedale di Kent County per cause naturali il 19 novembre. Aveva 83 anni, 46 dei quali passati in prigione. Inizialmente condannato a morte, la sua sentenza è stata poi commutata in ergastolo nel 1972 causa l’abolizione della pena capitale dallo stato. In carcere si stava anche per sposare con la 26enne Elaine Burton, che si dichiarava essere una fan dell’uomo: un’inchiesta ha però poi portato alla luce le vere intenzioni della ragazza, che aveva delle mire sul cadavere di Manson (sembra che lo volesse esporre in una teca). Il killer non si è mai pentito delle sue azioni e da dietro le sbarre ha sempre pronunciato frasi senza senso e sconnesse.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky