23 novembre 2017

Stephen King: "Sleeping Beauties", tutto sul nuovo libro

print-icon
Stephen King

Ci sono principesse che non sognano il principe azzurro e il bacio del vero amore, ma furiosi omicidi e bagni di sangue. E così sono le donne protagoniste di Sleeping Beauties, il nuovo romanzo di Stephen King uscito nelle librerie italiane.

C’era una volta la Bella Addormentata, ma come sarebbe andata la storia se Aurora non avesse gradito la visita del principe azzurro?

Sleeping Beauties, ovvero non svegliate la bella addormentata

Ci sono principesse che non vogliono essere salvate e tantomeno dal principe azzurro, visto più come un fastidio e una palla al piede invece di un potenziale marito. Tutti quanti siamo cresciuti con il mito della Bella Addormentata, la bellissima e graziosa Aurora caduta preda di un sonno potentissimo a causa di un incantesimo lanciato da Malefica. Fortunatamente per lei – che non ne voleva proprio sapere di alzarsi – è arrivato dopo un po’ il principe Filippo, che ha sconfitto il Drago, baciato la sua bella e lasciato trionfante il castello maledetto. Ci sono però storie che non finiscono proprio in questo modo: perché la Bella Addormentata non avrebbe mosso (forse) un dito nel 1700, ma nel 2017 non ci avrebbe messo più di tre secondi a dire a Filippo di farsi i fatti suoi. E il nuovo libro di Stephen King, lo scrittore horror più famoso al mondo, è proprio una rivisitazione delle vecchie favole – chiaramente in chiave noir – con un finale ben diverso e con un po’ più di sangue rispetto a quello cui siamo stati abituati con le storie raccontate dai libri. “Sleeping Beauties” è il nuovo romanzo dell’uomo, scritto insieme al figlio Owen King, ambientato in un carcere femminile nella città di Dooling. La prigione ospita detenute di ogni tipo, dalla piccola spacciatrice alla prostituta, passando per l’assassina a sangue freddo. La vita scorre lenta e tranquilla, fino a che non fa la sua comparsa Evie Black, quella che sarà la Regina Nera di Sleeping Beauties. Da lì le cose iniziano a cambiare: le detenute della struttura piombano in un sonno profondo e intorno al loro corpo si forma un bozzolo, come quello che fanno i ragni con le prede. Ma guai a svegliarle o correre in loro aiuto: all’interno di questa piccola prigione fatta di delicati fili non si celano più le ragazze di una volta, ma degli esseri assetati di sangue che, se destati, torneranno a dormire solo dopo aver dato sfogo alla loro furia omicida. In Sleeping Beauties non c’è tolleranza per i principi azzurri, che è meglio stiano alla larga dalle fanciulle che desiderano salvare…

Il maestro King

Stephen King è uno degli scrittori più famosi al mondo. I suoi libri sono stati tradotti in tutte le lingue e da questi sono stati tratti diversi film e serie televisive. King è riuscito a creare, con le sole parole, un universo di brividi e paure che non ha eguali al mondo. «La voce di un romanzo è qualcosa di simile a quella di un cantante, come Mick Jagger o Bob Dylan – ha detto in un’intervista rilasciata diversi anni fa - Nei libri davvero buoni, il potente senso di questa voce si percepisce proprio dalla prima riga. Sembra che dica: ascolta. Vieni qui. So che lo vuoi sapere. Quando comincio un libro provo a scrivere il primo paragrafo. Un paragrafo di apertura. E in un periodo di settimane e mesi, talvolta anni, lo riformulo più e più volte finché non mi convince. Solo allora so che posso fare il resto del lavoro».

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky