29 novembre 2017

A Bologna la nona edizione del Festival del Cinema trans

print-icon
A Bologna la nona edizione del Festival del Cinema trans

Si terrà da giovedì 30 novembre a sabato 2 dicembre, a Bologna, la nona edizione di “Divergenti”, il Festival del Cinema trans. L’evento, unico in Italia nel suo genere, è dedicato a Marcella Di Folco, fondatrice e presidente del MIT (Movimento Identità Trans) e a Luki Massa, direttrice del movimento.

“Divergenti” è il Festival del Cinema trans, unico evento in Italia dedicato al transgenderismo e all’identità di genere. Il Festival si terrà presso la Cineteca di Bologna da giovedì 30 novembre a sabato 2 dicembre.

Film, dibattiti e mostre fotografiche contro ogni discriminazione

Il Festival del Cinema trans è organizzato dal Mit, il Movimento Identità Trans, che dal 1994 si occupa di difendere e tutelare i diritti umani, con particolare attenzione alle fasce più deboli e discriminate della popolazione. Quest’anno il Festival “Divergenti” giunge alla nona edizione ed è dedicato a Marcella Di Folco, fondatrice e presidente del MIT, scomparsa nel 2010, e a Luki Massa, regista e attivista LGBT, direttrice del Movimento fino alla sua scomparsa, avvenuta nel 2016, a soli 54 anni. Nel corso delle tre giornate del Festival, saranno trasmessi film e documentari a tema transgender, saranno allestite mostre fotografiche e si terranno incontri e dibattiti in cui ci si confronterà sui temi del transessualismo, transgenderismo e sull’identità di genere in transizione. Aprirà il Festival “Screaming Queens”, un film di Susan Stryker, vincitore di un Emmy Award, che racconta il primo atto di resistenza trans collettiva, avvenuto nel 1966, alla Compton’s Cafeteria di San Francisco. Susan Stryker sarà l’ospite d’eccezione di questa nona edizione del Festival e porterà la sua esperienza di attivista trans e filmaker in un dibattito che si terrà sabato 2 dicembre. “Divergenti” è un Festival totalmente autofinanziato e mostrerà al pubblico opere provenienti dall’Italia, dall’India, dagli Stati Uniti, dalla Germania, dalla Turchia e dal Venezuela. L’appoggio del comune di Bologna è totale, l’assessore alle pari opportunità del comune, Susanna Zaccaria, ha così dichiarato: «Il Festival si propone di eliminare ogni forma di discriminazione attraverso contributi che narrano con garbo un tema considerato tabù».

“Divergenti”, il programma dell’edizione 2018

“Divergenti” è l’unico Festival in Italia interamente dedicato alla narrazione e alla rappresentazione del mondo transessuale e transgender. In tutto il mondo ne esistono pochi altri. L’idea è quella di promuovere la conoscenza del transessualismo, attraverso film, documentari e performance, per contrastare stereotipi e pregiudizi. Ecco il programma ufficiale dell’edizione 2018 del Festival: giovedì 30 novembre, alle 20, “Screaming Queens – The Riot at the Compton’s Cafeteria” (USA) di Susan Stryker; alle 22, “#direnayol” (Turchia), di Ruzgar Buski; venerdì 1° dicembre, ore 18, “We’ve been around” (USA), di Rhys Ernst; a seguire sarà proiettato il video “Sylvia rimembri ancora” (Italia), per la regia di No Code – Forte Prenestino; alle 20, “ATOPOS, generi teatranti” (Italia), di Alberto Amoretti; alle 22, “Tamara” (Venezuela), di Elia K. Schneider; sabato 2 dicembre, alle 11 il seminario “Transiti, tracce e intrecci di rivoluzioni. Per un archivio dell’attivismo, delle lotte, delle proteste trans gay lesbiche queer nel mondo”, Susan Stryker discuterà con A.G. Arfini, Antonia Caruso, Fabrizia Di Stefano, Cristian Lo Iacono, Porpora Marcasciano, Monica Romano e Ottavia Voza; alle 18, il film “The thinking body” (India), di Kadambari Shivaya; alle 20, “Pagani” (Italia), di Elisa Flaminia Inno; alle 22, “The 36-years-old virgin” (Germania), di Skyler Braeden Fox; a seguire, “Take me like the sea” (Germania), di Salty. Inoltre, dal 24 novembre al 9 dicembre, sempre presso la Cineteca di Bologna, si terrà la Mostra fotografica “Lei, Armando”, di Armando Borno e Nicola Baroni, sulla vita nella “Casa delle bambole”, una delle comunità di travestite e transessuali più grandi d’Italia, attiva a Brescia dalla fine degli anni Settanta.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky