BORSEGGI: guarda la fotogallery

Nei laboratori di taglio e cucito gestiti dalla Cooperativa Alice le donne detenute nella Casa circondariale di San Vittore a Milano creano piccoli capolavori di artigianato. Nasce così l’idea di un concept brand di accessori della moda che, attraverso il fare, vuole comunicare la nuova realtà del carcere con uno sguardo positivo e di bellezza.

BORSEGGI si prefigge di promuovere il lavoro e implementare strategie per l’inserimento nella società di persone in situazioni difficili, con particolare attenzione all’indipendenza e all’autoaffermazione delle donne, oltre che per lo sviluppo sostenibile, in partnership con la Cooperativa Sociale Opera in Fiore.

Borse rifinite preziosamente a mano, con particolari da sartoria, raccontano di donne dietro le sbarre che desiderano riscattarsi e crearsi un futuro migliore. Shopper, da cocktail, sera e per ogni occasione, uniche, colorate e fiorite come proposta concreta al problema carcere. Le storie che queste speciali imprese raccontano, fanno ben sperare, oltre che riflettere.

La collezione partecipa a Fa la cosa giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, a FieraMilanoCity, dal 30 marzo al 1° aprile 2012, sezione CRITICAL FASHION, padiglione 4, viale Scarampo - Gate 8.

BORSEGGI è un un progetto della Cooperativa Sociale Opera in Fiore - nato con la collaborazione delle donne lavoratrici di Cooperativa Alice, detenute nella Casa circondariale di San Vittore a Milano - e ora promosso dal PRAP, il Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria della Lombardia, con il Carcere di Milano-Opera, dove si sta allestendo un nuovo laboratorio di sartoria.